A+ A A-
 

Melodic metal dalle tinte moderne e con voce femminile con gli Xeria Melodic metal dalle tinte moderne e con voce femminile con gli Xeria Hot

Melodic metal dalle tinte moderne e con voce femminile con gli Xeria

recensioni

gruppo
titolo
Tierra
etichetta
Duque Producciones
Anno

 

1- Mi Reina

2-Tienes Miedo

3-Tierra

4-Morir en tu boca

5-Terciopelo

6-Prohibido renunciar

7-Mil Flores

8-Resurgir

9-Dosis

10-En ti

11-Red de Perdición

 

Formación

 

Voces: Marina Sweet

Bajo: Félix Gacho

Batería: César Manjarrés

Guitarra: Carlos Z

Teclados: Víctor Herrera

 

opinioni autore

 
Melodic metal dalle tinte moderne e con voce femminile con gli Xeria 2019-04-21 11:03:15 Federico Orano
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Federico Orano    21 Aprile, 2019
Ultimo aggiornamento: 24 Aprile, 2019
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Interessante melodic metal in arrivo dalla Spagna con i giovani Xeria. Spinti dall'ugola femminile della singer Marina Sweet, la band iberica per questo debutto mette sul piatto undici brani dal buon feeling, con qualche pecca dettata dall'inesperienza, ma anche con un evidente dose di talento.

Insomma, questo “Tierra” non è affatto un lavoro mediocre, anzi. E' il classico disco che si lascia ascoltare con piacere, anche se difficilmente verrà ricordato per molto tempo. Il gruppo di Valladolid mostra di saperci fare con “Mi Reina”, “Resurgir”, “Tienes Miedo” e la più veloce “Morir en tu boca”, tutti pezzi dal buon impatto melodico, supportati spesso da riff potenti e tastiere che donano un velato tocco moderno. Da segnalare anche l'ottima prova del chitarrista Carlos Z, che spesso parte con solos fulminei contraddistinti da tecnica e melodia. Peccato solo per un paio di brani, come la title-track, che sanno palesemente di già sentito e per la voce di Marina che regala una buonissima prestazione (ad esempio nella ballatona acustica “Terciopelo”), ma che potrebbe variare maggiormente il proprio registro sonoro.

Il buongiorno si vede dal mattino, si diceva. Bravi Xeria, questo esordio ci mostra una band fresca e spontanea.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Aor purissimo per un tuffo negli anni 70 con Billy Sherwood
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dopo quasi due decadi, con un breve EP tornano i padri del NY Hardcore: i Cro-Mags
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i baschi Hex un Doom/Death con poche accelerazioni ma dall'impatto decisamente buono
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dai tedesco-olandesi Burial Remains un buon disco per i fans della vecchia scuola svedese
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
i Diviner possono ancora migliorare
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

A distanza di tredici anni tornano i thrashers americani Motive
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Seconda fatica per i lussemburghesi Feradur: un signor melodic death!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Panthematic, un calderone di inflenze ma un lavoro immaturo.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Ragnhild propongono un insolito Viking Metal made in India
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debuttano feroci come bestie i canadesi Concrete Funeral
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Imago Imperii, una promettente band italiana
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla