A+ A A-
 

Lightfold - un lavoro coraggioso che va un pò al di fuori dei soliti schemi del progressive metal Lightfold - un lavoro coraggioso che va un pò al di fuori dei soliti schemi del progressive metal Hot

Lightfold - un lavoro coraggioso che va un pò al di fuori dei soliti schemi del progressive metal

recensioni

gruppo
titolo
Deathwalkers
etichetta
Pitch Black Records
Anno

Track Listing:

1 Death As A Beginning

2 Save Me

3 Behind The Veil

4 Deathwalkers (Julia)

5 The Collector

6 Beyond The Unknown

7 Angel Of The Earth

8 She Has To Know

9 Demon Upon Me

10 Deception

11 The Battle

12 Ascending

13 At The Gates Of Heaven

 

Line-up:

Martin Deathwalker – Vocals

Thanasis Labrakis – Rhythm & Lead Guitars

Harry Polimeneas – Synths & Piano

Diogenes Vile – Bass

 

Vocal guest appearances by Margarita Papadimitriou, Savvas Betinis (Acid Death) and Nikos Roussakis.

opinioni autore

 
Lightfold - un lavoro coraggioso che va un pò al di fuori dei soliti schemi del progressive metal 2019-04-09 12:54:41 Federico Orano
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Federico Orano    09 Aprile, 2019
Ultimo aggiornamento: 10 Aprile, 2019
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Secondo disco per i greci Lightfold e, se la scena ellenica è cresciuta a dismusura negli ultimi anni, bisogna tener conto anche di questi ragazzi che scelgono di percorrere la strada complessa del concept album con questo “Deathwalkers” che tratta temi come la vita e la morte ed il significato dell'esistenza.

Si apre con rumori di un incidente automobilistico nell'intro “Death As A Beginning” che ci riporta a quel capolavoro di “Mercy Fall” degli svedesi Seventh Wonder. Ma questi ragazzi greci presentano un sound molto particolare, dove il progressive si adagia su una base più power/heavy, diciamo alla Fates Warning, ma con un forte impatto sinfonico ed operistico. Niente passaggi intricati quindi, ma un disco più immediato e anche i brani si aggirano sempre attorno ai cinque minuti di durata. Inoltre un punto importante di questo lavoro è la presenza della voce femminile di Margarita Papadimitriou che a volte si muove su note liriche ed, insieme ad evidenti inserti sinfonici, dona epicità a queste songs. “Deathwalkers” è un disco che si lascia ascoltare molto bene ma che, allo stesso tempo, fatica a venire fuori di prepotenza con dei pezzi davvero notevoli capaci di colpire. Tra i migliori possiamo sicuramente citare “Angel Of The Earth”, che racchiude tutti gli elementi del sound targato Lightfold, o “The Battle”, più progressiva e dinamica.

“Deathwalkers” è un lavoro coraggioso che va un po' al di fuori dei soliti schemi e che necessita alcuni ascolti per essere compreso pienamente. Onore ai Lightfold che dimostrano buona intraprendenza ed interessanti capacità che ci fanno essere ottimisti per il loro futuro.

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Eternal Suffering - Beyond the Threshold of Twilight
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il debut album degli Holy Tide poteva essere ancora più interessante
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quattordicesima fatica per gli storici death metallers danesi Illdisposed
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano i Devourment con il loro più che classico monolite di violenza sonora
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Il terzo album dei Desert convince pienamente
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I nostrani The Big Jazz Duo, tra deathcore e sinfonia, tirano fuori un Ep che spacca!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
C'è molto da lavorare per i Rot Schimmel
Valutazione Autore
 
1.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla