A+ A A-
 

Un demo di debutto più che sufficiente per A Vintage Death Un demo di debutto più che sufficiente per A Vintage Death

Un demo di debutto più che sufficiente per A Vintage Death

recensioni

titolo
Acrid Death Fragrance
etichetta
Autoproduzione
Anno

PROVENIENZA: Italia 

GENERE: Blackened Death/Doom Metal 

FFO: early Ecnephias, Forgotten Tomb, Beatrik 

LINE UP: 
Carmine d'Annibale - vocals, all intruments 

TRACKLIST: 
1. When the Spirit Smell his Corpse [04:15] 
2. Gloomy Tombs [03:51] 
3. Ominous Dream [04:25] 
4. Acrid Death Fragrance [06:00] 
5. Lume [03:35] 

Running time: 22:06 

opinioni autore

 
Un demo di debutto più che sufficiente per A Vintage Death 2019-02-03 16:02:29 Daniele Ogre
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    03 Febbraio, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Si presenta con questo demo composto da cinque brani A Vintage Death, solo project dell'ex-Rising Moon Carmine d'Annibale. L'artista abruzzese ha lavorato totalmente in solitaria per questo lavoro, producendolo anche: il risultato finale è, tutto sommato, sufficiente al netto di qualcosa su cui lavorare maggiormente in futuro. "Acrid Death Fragrance" è un lavoro in cui la varie sfumature del sound riescono a convivere ed intersecarsi bene, a partire dalle vocals il cui approccio è prettamente Doom pur non mancando ferali stacchi in scream vocals e cavernosi passaggi in growl; proprio con la voce c'è forse l'unico problema per quanto riguarda la produzione del demo: solo con lo scream la voce riesce ad essere al passo col comparto strumentale, mentre per il resto sembra spesso essere sovrastato, tanto quasi da perdersi. Questa è l'unica cosa in cui d'Annibale dovrà probabilmente perfezionare, visto che per il resto quello in esame è un lavoro che presenta i suoi spunti interessanti; pur non brillando magari per originalità, "Acrid..." risulta essere da subito un disco scritto ed eseguito con ponderazione, in cui d'Annibale sceglie - saggiamente, a mio avviso - un approccio più doomy, con poche ma ben pensate accelerazioni.
In attesa che A Vintage Death trovi un'etichetta per l'uscita fisica di "Acrid Death Fragrance" - al momento out solo in digitale -, possiamo dire che questo progetto può già dirsi abbastanza soddisfacente, nonostante sia solo al debutto assoluto: qualche piccola limata qua e là ad alcuni dettagli ed in futuro Carmine d'Annibale potrà anche togliersi diverse soddisfazioni, ne sono certo.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Da membri di Pestilence, Cryptopsy ed Incantation arrivano i bestiali Tribe of Pazuzu
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I M.I.GOD. ed il loro "sophisticated metal"
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Più cupi, tristi e malinconici: tornano i finlandesi Swallow The Sun
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Estremamente piatto il debutto dei The Wandering Ascetic
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I cileni Dezaztre Natural hanno ancora da migliorare
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Gli Ancient Bards ed il secondo capitolo della "Black crystal sword saga"
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il sesto album dei Belladonna, come sempre molto eleganti
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un'onesta uscita questo terzo disco dei bielorussi Vistery
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Troppo breve il demo dei Tensor per poterne dare un giudizio completo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Vandor, un debutto ancora alquanto acerbo
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla