A+ A A-
 

Red Dragon Cartel e l'hard rock ruvido, vissuto e intenso Red Dragon Cartel e l'hard rock ruvido, vissuto e intenso

Red Dragon Cartel e l'hard rock ruvido, vissuto e intenso

recensioni

titolo
Patina
etichetta
Frontiers Records
Anno

Tracklisting:

Speedbag

Havana

Crooked Man

The Luxury Of Breathing

Bitter

Chasing Ghosts

A Painted Heart

Punchclown (Bonus Track)

My Beautiful Mess

Ink & Water

 

Band Members:

Jake E Lee - guitars

Darren James Smith – lead vocals

Anthony Esposito – bass guitars

Phil Varone - drums

 

 

opinioni autore

 
Red Dragon Cartel e l'hard rock ruvido, vissuto e intenso 2018-11-21 11:29:20 Federico Orano
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Federico Orano    21 Novembre, 2018
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

L'hard rock ruvido, vissuto, intenso, è questo quello che esce fuori con prepotenza da “Patina”, nuovo lavoro dei Red Dragon Cartel. Parliamo della band del chitarrista Jake E. Lee (Ozzy Osbourne, Badlands) che dopo il debutto del 2014, ora torna in pista con dieci pezzi nuovi di zecca.

Nessuna sbavatura, il buon Jake punta su una tracklist solida, piena zeppa di riff di stampo Usa che trasudano passione e sudore. All'ascolto di pezzi come “Havana”, “Bitter” e “Punchclown” (quest'ultima figura come bonus track ma sentite che riff!) sembra di essere all'interno di qualche pellicola americana in giro per le strade di New Orleans o Kansas City. Sì, è proprio così; questi brani possiedono un tocco blues che si mischia con l'hard rock più classico degli Eighties ed il risultato è perfetto per essere accompagnano ad una solida birra od un buon whisky.

Probabilmente “Patina” non entrerà in nessuna top ten di fine anno e non finirà mai sotto i riflettori ma si tratta di un disco sanguigno capace di trasmettere le vibrazioni giuste e di cui ogni tanto abbiamo bisogno.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Wake the Nations: melodic hard rock moderno con poca personalità
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Self Disgrace: una buona attitudine, ma qualcosa ancora da limare per il futuro
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Classic hard rock capace di graffiare quello proposto dai Come Taste The Band
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hard rock sinfonico ed epico dall'Italia con i Vision Quest
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lost In Grey - symphonic metal con voce femminile e tanti elementi diversi
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

C'è qualcosa da migliorare nel disco dei Fenrir
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Thørn, blackened sludge in stile danese dal nord Italia!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i francesi Geostygma un debut EP di tutto rispetto
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Big Bad Wolf e l'amore per i Motörhead
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Forlorn Seas esordiscono con un buon disco tra post prog e inserti atmosferici
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Punk Rock fin troppo scontato per i Daggerplay
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla