A+ A A-
 

Thrash e prog nel debutto discografico degli External Thrash e prog nel debutto discografico degli External Hot

Thrash e prog nel debutto discografico degli External

recensioni

gruppo
titolo
"The blurry horizon"
etichetta
Autoproduzione
Anno

 

TRACKLIST

1. The escapist

2. I through eyes can see

3. Parasight

4. Rusting out

5. Slave of one's own creation

6. The beautiful void

 

 

LINE-UP:

Aleksi Haukkaluoma - vocals and guitar

Julius Lehtonen - drums, programming, minor guitar and backing growls

Samuel Järvinen - bass

Henri Kymäläinen - minor guitar

Anna Lampela - additional vocals

Elias Nieminen - orchestral arrangements and programming

Mikko Tuovinen - additional synth production

 

Drums recorded by Heikki Malmberg

opinioni autore

 
Thrash e prog nel debutto discografico degli External 2018-10-31 17:06:22 Ninni Cangiano
voto 
 
2.5
Opinione inserita da Ninni Cangiano    31 Ottobre, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli External arrivano dalla Finlandia e si sono formati nel 2014; a luglio di quest’anno si sono autoprodotti questo mini-album di 6 brani (per quasi 40 minuti di durata!), intitolato “The blurry horizon”. Il sound dei finnici ha la proprie radici nel thrash, ma gli External lo contaminano con massicce dosi di prog metal, con tutti i pregi ed i difetti che ciò comporta. Da un lato, infatti, abbiamo indubbiamente qualcosa di originale e non comune, suonato con tecnica sopraffina; dall’altro lato, il minutaggio dei brani (fatta eccezione per i primi due) è eccessivo, tanto che l’ascolto diventa tutt’altro che semplice. Un’altro particolare che non mi è piaciuto è l’abuso del growling in stile modern metal/metalcore, che fa a cazzotti con l’approccio più melodico e cervellotico del prog; se, infatti, le parti cantate dal singer Aleksi Haukkaluoma non dispiacciono (pur se piene di effetti), quando entra il growling troppo aggressivo di Julius Lehtonen, ho fatto fatica ad apprezzare il tutto. Molto meglio quando si sente una voce femminile a duettare con Aleksi (“Parasight” ad esempio) che almeno contribuisce ad arricchire di melodia la proposta musicale, spesso dissonante e spiazzante della band. E’ indubbio che le idee degli External siano molto promettenti e fuori dal comune, il talento e la tecnica non manca di certo, però mischiare thrash e progressive non è per niente semplice ed, a questa maniera, il pericolo di annoiare è dietro l’angolo, specie con composizioni troppo lunghe e prolisse (“Rusting out” sembra non finire mai!). Siamo ancora al primo lavoro e c’è tempo e modo per migliorare; al momento gli External hanno dimostrato sicuramente personalità e coraggio e sono pronto a scommettere che il loro prossimo lavoro sarà più interessante e coinvolgente di questo.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Hard rock sinfonico ed epico dall'Italia con i Vision Quest
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lost In Grey - symphonic metal con voce femminile e tanti elementi diversi
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I bresciani Hell's Guardian tornano con un album che mostra già una certa maturità
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Minneriket, oltre al marciume.. verso il cestino!
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Stilla, un nuovo superbo lavoro per la band svedese!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Unseen Abyss, un disco non per tutti.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

C'è qualcosa da migliorare nel disco dei Fenrir
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Thørn, blackened sludge in stile danese dal nord Italia!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i francesi Geostygma un debut EP di tutto rispetto
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Big Bad Wolf e l'amore per i Motörhead
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Forlorn Seas esordiscono con un buon disco tra post prog e inserti atmosferici
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Punk Rock fin troppo scontato per i Daggerplay
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla