A+ A A-
 

Un debut album per gli amanti dello US Death quello dei brasiliani Monstrath Un debut album per gli amanti dello US Death quello dei brasiliani Monstrath

Un debut album per gli amanti dello US Death quello dei brasiliani Monstrath

recensioni

gruppo
titolo
The Worls Serves to Evil
etichetta
Downfall Records
Anno

PROVENIENZA: Brasile 

GENERE: Death Metal 

FFO: Deicide, Krisiun, Morbid Angel, Malevolent Creation 

LINE UP: 
Loi Trejo - vocals 
J. Lugger - guitars 
Ramirez Cortázar - guitars 
Morales Elmano - bass 
Niko Texeira - drums 

TRACKLIST: 
1. Demon Sold [03:59] 
2. Incubus in Church [03:52] 
3. Hellkhan [00:50] 
4. Child of Gold [03:20] 
5. Malum Suscitat [00:34] 
6. Stygian [03:16] 
7. Crushed Faith [03:41] 
8. Chains of the Soul [04:04] 
9. Bag of Bones [04:04] 
10. Perishing in Christ [03:40] 

Running time: 31:20 

opinioni autore

 
Un debut album per gli amanti dello US Death quello dei brasiliani Monstrath 2018-10-29 16:22:57 Daniele Ogre
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    29 Ottobre, 2018
Ultimo aggiornamento: 29 Ottobre, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Debut album su Downfall Records per i deathsters brasiliani Monstrath, quintetto di São Paulo che ci delizia con una mezz'oretta di Death Metal fortemente influenzato da sonorità 90's, quelle insomma dei vari giganti della scena statunitense come Morbid Angel e Deicide, senza dimenticare però LA Death band brasiliana per antonomasia, i Krisiun. Non brillerà quindi per originalità questo "The World Serves to Evil", come avrete facilmente intuito, ma va anche detto che i Monstrath suonano questo genere con il piglio giusto, compensando la mancanza totale di innovazione con la passione che ci mettono lungo le dieci tracce che compongono quest'album -in realtà otto, visto che "Hellkhan" e "Malum Suscitat" sono due intermezzi con campionamenti orrorifici-. I Monstrath decidono di pigiare sull'acceleratore già dai primi secondi di "Demon Sold" -invero preceduta da una breve quanto bruttissima intro- e non rallentano mai durante la durata di questo lavoro: un riffingwork tagliente e granitico fa il paio con una sezione ritmica tellurica, in cui troviamo il drummer Niko Texeira in gran spolvero; e su tutto la voce sguaiata di Loi Trejo, che ad un classico growl predilige un tono graffiante e roco alla Alex Camargo. Non sarà magari tutto oro quel che luccica in "The World Serves to Evil", vuoi per un sound che tutto sommato possiamo definire fortemente derivativo, vuoi per alcuni momenti non all'altezza del resto del lavoro -il refrain di "Stygian" o la seguente "Crushed Faith"-, ma possiamo comunque affermare che quello dei Monstrath è un discreto lavoro Death Metal: magari non un disco imprescindibile, ma che ai deathsters in giro può facilmente piacere, grazie soprattutto a dei brani scritti ed eseguiti con buon tiro e che, di questo sono sicuro, dal vivo possono dire la loro.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Gli Anguish Force non brillano di forza creativa.
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ancora una volta i greci Mass Infection offrono una prestazione mostruosa
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debuttano con un EP dal sound vintage gli indiani Aempyrean
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
White Widdow al quinto tentativo col disco della svolta.
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sanguine Glacialis: ma il filo conduttore dov'è?
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Midnite City, la solita dose di hard rock iper melodico
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

I Nerobove scandagliano il malessere umano con un sound azzeccatissimo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ego porta con sé una forza rigenerante, questi sono gli E.G.O.C.I.D.E.
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli indiani Godless con un buon EP, ma che passa forse troppo rapido e indolore
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Prophets Of The Apocalypse: Ep che non convince
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Inner Decay ed il loro granitico Death Metal per un buon debutto
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla