A+ A A-
 

Il debut album dei Serpent Lord (GR) tra occultismo e misticismo Il debut album dei Serpent Lord (GR) tra occultismo e misticismo Hot

Il debut album dei Serpent Lord (GR) tra occultismo e misticismo

recensioni

titolo
“Towards the damned”
etichetta
Alcyone Music Records
Anno

 

TRACKLIST:

1.      The lesser key

2.      Ambassador of the new age

3.      Nephilim

4.      Sacrilegium

5.      Evvuio oitovo iman

6.      Sodom and Gomorrah

7.      Serpent, the Lord

8.      Blood offering

9.      God of shadows

10.  Seed of divine

 

 

Line up:

Marios Arikas – Vocals

Giorgos Terzitanos - Lead Guitar/Back Vocals

Konstantinos Sotirelis - Bass/ Back Vocals

Achilleas Chrisohoidis - Rhythm Guitar

Vaggelis Karafotis – Drums

opinioni autore

 
Il debut album dei Serpent Lord (GR) tra occultismo e misticismo 2018-10-21 09:32:31 Ninni Cangiano
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Ninni Cangiano    21 Ottobre, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

I Serpent Lord (GR) arrivano da Thessaloniki, in Grecia e si sono formati nel 2016; è particolare l’aggiunta del “(GR)” finale, effettuata in agosto, per evitare di creare confusione con altre bands omonime (a me ne risulta solo un’altra negli USA). A settembre hanno pubblicato il loro debut album, intitolato “Towards the damned”, con una copertina realizzata nel 1852 dal pittore John Martin, chiamata “Sodom and Gomorrah”, adattata dall’artista greco Giannis Antoniou. La band greca suona un heavy metal classico, con tematiche occulte; nei testi infatti troviamo riferimenti vari ad occultismo, misticismo, ecc. con addirittura un’intera canzone “Evvuio oitovo iman”, cantata in lingua frigia, ormai idioma morto da secoli. Nel sound dei Serpent Lord (GR) troviamo anche qualche riferimento allo speed/thrash ed un tocco di prog ogni tanto. Tutto sommato i 10 pezzi di questo album non dispiacciono, sono efficaci e concisi (l’intero lavoro dura poco più di 38 minuti) e non si perdono in inutili orpelli; manca forse una hit vera e propria, una canzone che ti faccia saltare dalla sedia e che valga da sola l’acquisto del cd, ma forse la band ha badato alla sostanza ed alla compattezza, più che cercare qualcosa di ruffiano che possa attirare attenzioni. Ho ascoltato più volte questo “Towards the damned” senza alcun problema, di conseguenza i Serpent Lord (GR) si meritano sicuramente una votazione positiva; per il futuro dovranno metterci qualcosa in più per emergere dall’underground, perchè la loro evidente grande passione non sarà più sufficiente.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Ristampa "Gold Edition" per "Design Your Universe" degli Epica
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il primo "album internazionale" per i Manntra
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Blood Thirsty Demons: il trionfo della morte
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
AOR una raccolta con alcuni brani dal passato
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'hard rock dei Danger Zone non ha intenzione di tramontare!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il gran ritorno degli As I Lay Dying, pionieri del metalcore, con un album spettacolare
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Buon debutto per i campani Jumpscare, ma attenzione al sound proposto
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Power metal melodico di gran fattura per gli spagnoli Arenia
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sorprende in positivo il debut EP dei canadesi Anomalism
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il debut album dei belgi Orthanc
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un buon power metal melodico e dinamico dalla Spagna coi Nocturnia
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla