A+ A A-
 

:Inferno 9:, un debutto "black metal" italiano impressionante! :Inferno 9:, un debutto "black metal" italiano impressionante! Hot

:Inferno 9:, un debutto "black metal" italiano impressionante!

recensioni

titolo
Percezioni D'Inverno
etichetta
Autoproduzione
Anno

Tracklist:

1. Nessun Dogma

2. Funereo Grifone

3. Cupio Dissolvi

4. Buio a Chertogrado

5. Il Corvo e l'Anima 

6. Carminia Arborescenza 

7. Sarcofago 1986 

8. Il verro dei Popoli 

9. Morte dei Miracoli 

opinioni autore

 
:Inferno 9:, un debutto "black metal" italiano impressionante! 2018-08-05 11:38:37 Rob M
voto 
 
4.5
Opinione inserita da Rob M    05 Agosto, 2018
Ultimo aggiornamento: 12 Agosto, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Arrivano da Lodi gli :Inferno 9:, duo che con la sua prima release "Percezioni d'Inverno" ha tirato fuori l'anno scorso un disco che in tanti dovrebbero ascoltare. Per tutti gli appassionati di un contaminato black metal moderno, ma anche per i fedelissimi della scena nazionale, questo lavoro è una vera e propria perla del metal made in Italy.
Con brani che si aggirano mediamente sui cinque minuti di durata, i nostri riescon a colpire dove in tanti non arrivano. La produzione, splendida, mette in risalto tutti gli strumenti senza per questo sottrarre ruvidità al sound della band. Il riffing, che non cerca di re-inventare il genere, ma anzi di aggiungere a modo suo, si avvale di uno stile abbastanza lineare ma, al contempo, caldo e capace di portare alla mente band come per esempio i Drudkh, a livello di produzione, e gruppi come JANVS a livello di musica.
Il drumming si incastra perfettamente con le chitarre, mentre il basso tesse interessanti passaggi nei momenti piú epici e funge da rinforzo a livello strutturale nei restanti.
La voce, un growling scream potente e metrico, è perfettamente in linea con la proposta e segue alla perfezione il riffing. Non cerca di impressionare, ma semplicemente segue la linea ed interpreta i testi - in italiano - su brani possenti. Ci son momenti in cui i nostri si spingon "oltre" con delle clean vocals, ma fortunatamente/sfortunatamente, a seconda dei gusti, questi frangenti non prendono il sopravvento, ma vengon usati quasi come "sperimentazioni" all'interno di un contesto che normalmente non sarebbe affine a questo tipo di intraprendenza o in cui altri non riescon ad esprimersi cosí agilmente.
Se con i tre brani iniziali i nostri si presentano al pubblico in maniera decisa e violenta, è con brani come "Buio e Chertogrado" ed il successivo che gli :Inferno 9: che si spingon oltre la sfuriata black iniziale, per ampliare lo stile che avevan fatto intravedere al principio del disco. Questo brano in particolare funge da apripista per lo spirito piú intraprendente del progetto. Un brano che, da solo, rappresenta questo disco nella sua totalità in maniera superba, oro puro!
Che dire poi della successiva "Il Corvo E L'Anima", brano in cui i nostri vanno dal black al death, passando a loro modo attraverso frangenti piú melodici e perfettamente intrappolati nel contesto generale? Altra perla che mostra un progetto capace di catturare l'attenzione con un animo intraprendente e che non si limita al genere black metal, per creare brani vincenti e distruttivi.
La seconda parte del disco si muove attraverso questo connubio di stili ed i nostri son abili nel mescolare il tutto in una miscela unica, mostrando un progetto che già alla prima uscita discografica è in grado di rapire l'ascoltatore senza mezze misure.
Brani come "Sarcofago 1986", "Il Verro Dei Popoli" e la conclusiva "Morte Dei Miracoli" son semplicemente la ciliegina sulla torta per un lavoro che in tutto e per tutto sa trasmettere forti emozioni e risulta essere avvincente.
Non trovo lati negativi in questa proposta e l'unica preoccupazione sarebbe il fatto che i nostri han piazzato la barra davvero in alto e riuscire a creare un qualcosa di nuovo che possa raggiungere o sorpassare "Percezioni D'Inverno" sembra un'impresa al quanto ardua.
Spero in un nuovo lavoro che possa donare a questa band l'attenzione del pubblico in maniera piú ampia dato che :Inferno 9: sembra che abbia davvero tanto da dire!

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Affossato da una produzione pessima il debut album degli Hyperdontia
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un breve EP in vinile 7" per gli Hierophant
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
The Odious Construct: una band da seguire con particolare attenzione
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Birra, cazzotti e rutto libero: la formula vincente del mitico Onkel Tom Angelripper
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Come si dovrebbe suonare symphonic power, il terzo album dei Dragony
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una registrazione pessima affossa il progetto Arcane Tales
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Molto interessante il debut dei Beriedir
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Massive Scar Era, ci sono diverse cose da rivedere
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un debutto frizzante per gli HighSpeedDirt
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Valyria: Un Ep pieno di tecnica...e passaggi un po' troppo pop
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Potente, malato e cafone: il nuovo album dei messicani Centauro
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla