A+ A A-
 

Grindcore d'impatto e tecnico la proposta dei texani Daggra Grindcore d'impatto e tecnico la proposta dei texani Daggra

Grindcore d'impatto e tecnico la proposta dei texani Daggra

recensioni

gruppo
titolo
Setsuna
etichetta
Horror Pain Gore Death Productions
Anno

LINE UP: 
Phillip Acevedo - vocals 
James Walker - guitars, backing vocals 
Jpoe Dan De La Rosa - drums 

TRACKLIST: 
1. Blood Mosaic [01:32] 
2. Sculpting Discord [01:14] 
3. Wrong End of Gravity [00:45] 
4. Setsuna [01:27] 
5. Non Compos Mentis [01:02] 
6. Tarnished [01:07] 
7. Imposter [00:58] 
8. Cold Calculation [02:19] 
9. Scars Over Scars [00:59] 
10. Medusa's Truth [02:33] 
11. Shatterpoint [01:04] 
12. Object [00:24] 
13. Panoramic Ruin [01:45] 
14. Wards of Greater Failures [01:34] 
15. Empty as your Words [03:35] 

Running time: 22:18 

opinioni autore

 
Grindcore d'impatto e tecnico la proposta dei texani Daggra 2018-07-18 17:34:35 Daniele Ogre
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    18 Luglio, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Secondo album per i grindcoreres texani Daggra (parola tibetana che sta a significare "nemico"), band attiva dal 2012 e con all'attivo un demo datato 2013, "Daggra", e l'album "Nil" del 2016. Con la band statunitense siamo davanti alla più classica delle bands Grindcore: brani rapidi, violenti, dalla durata esigua, con influenze che rimandano a Pig Destroyer (soprattutto) ed altre bands conosciute soprattutto dagli amanti più intransigenti del genere come Antigama ed Agents of Abhorrence. E' un disco dunque, questo "Setsuna", che punta soprattutto sull'impatto: e sotto questo punto di vista i Daggra centrano in pieno il punto, visto che questa loro seconda fatica si presenta come un unica scarica adrenalinica di violenza assoluta, in cui però non mancano momenti tecnicamente più elevati, vedasi "Imposter" ad esempio. Per il resto.. beh, non credo ci sia molto da aggiungere: l'ascolto di "Setsuna" procede molto velocemente, proprio grazie alla durata esigua dei brani figlia dell'attitudine Punk/Hardcore da cui deriva il genere Grindcore. Eppure è in quei brani un po' più "lunghi" (stiam parlando di poco sopra i due minuti) che si riesce realmente a capire i Daggra dove vogliano andare a parare, dando per l'appunto un approccio più tecnico alle loro composizioni senza che ne vada snaturata la natura nichilista.

"Setsuna" è un disco che di certo farà la felicità dei fans di questo genere estremo. Personalmente, non ritengo di essere tra questi, anzi il Grindcore è la frangia del Death che ascolto e che apprezzo di meno. Ciò nonostante bisogna ammettere che i Daggra dimostrano con quest'opera di sapere decisamente il fatto loro, tanto da riuscire a strappare una piena sufficienza (e con il sottoscritto è un'impresa).

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

rebelHot un tuffo nel rock degli anni Settanta
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Road Warrior dall'Australia con un epic heavy metal lontano dalle mode attuali
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Pop, Rock e sonorità sci-fi nel ritorno dei Dan Reed Network
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano i Methedras con una nuova/vecchia formazione ed un disco pienamente soddisfacente
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Ace Mafia un ep niente male per i fans dell'hard rock dalle sonorità moderne
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Watershape, un prog metal dove spesso viene colpevolente poco curato l'aspetto melodico.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Nerobove scandagliano il malessere umano con un sound azzeccatissimo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ego porta con sé una forza rigenerante, questi sono gli E.G.O.C.I.D.E.
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli indiani Godless con un buon EP, ma che passa forse troppo rapido e indolore
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla