A+ A A-
 

Thrash metal irriverente e cafone per i finlandesi Home Style Surgery Thrash metal irriverente e cafone per i finlandesi Home Style Surgery Nuovo

Thrash metal irriverente e cafone per i finlandesi Home Style Surgery

recensioni

titolo
Trauma Gallery
etichetta
Punishment 18 Records
Anno

Tracklist:

  • Explore The Dimensions
  • Atomosophobia
  • Sachiko Ever After
  • The Case Of The Red Rip
  • Beware The Lurkers
  • Haunted Mindscape
  • Verge Of Confrontation
  • Trauma Gallery
Line-up:
  • Joel Mäntyranta - Vocals
  • Joonas Hiltunen - Lead Guitar
  • Jussi Keränen - Guitar
  • Tommi Lakkala - Bass
  • Joni Järlström - Drums
 

opinioni autore

 
Thrash metal irriverente e cafone per i finlandesi Home Style Surgery 2018-07-11 16:01:24 Luigi Macera Mascitelli
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Luigi Macera Mascitelli    11 Luglio, 2018
Ultimo aggiornamento: 11 Luglio, 2018
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La Punishment 18 Records fa centro ancora una volta e, questa volta, ci porta in Finlandia dagli Home Style Surgery, band thrash metal che ha da poco sfornato la sua seconda fatica intitolata "Trauma Gallery".
Il quintetto ci ha fatto attendere un po' dal primo lavoro (5 anni per l'esattezza) ma devo dire che ne è valsa la pena: ci troviamo di fronte ad un thrash assolutamente non canonico, quasi altalenante oserei dire...un continuo oscillare tra la cattiveria e crudezza dei Death Angel e la vena irriverente e melodica alla Anthrax. Il risultato? Un'ottima scorrevolezza da inizio a fine che riesce a non annoiare grazie all'assenza di tecnicismi estremi che lascia spazio a riff lineari, potenti, taglienti e, a tratti, melodici. Prendete tracce come "The Case Of The Red Rip" e potrete avere un assaggio di quest'ottima commistione.
Sicuramente i nostri amici finlandesi hanno portato una ventata di freschezza con il loro nuovo lavoro, soprattutto perché hanno fatto esattamente ciò che ripeto ogni volta: sperimentare. Sia chiaro, la vecchia scuola è sempre la vecchia scuola, ma richiede una certa bravura nel non essere banali e ripetitivi; qui invece si ha un ottimo incastro tra elementi nostalgici ma impreziositi da una struttura affatto scontata (basti pensare che c'è quasi totale assenza del buon vecchio "tu-pa-tu-pa" della batteria). A coronare il tutto c'è la parte vocale che, nonostante non brilli di iniziativa e tenda a scemare in cattiveria, riesce abbastanza bene a saltare tra un cantato in pulito squillante e melodico a growl e scream più acidi e sporchi, riuscendo ad adattarsi bene in base alla varietà di riff presenti.
Complimenti ragazzi, avete svolto un ottimo lavoro in studio e avete trovato una soluzione vincente tra approccio diretto ed esecuzione ben studiata!

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Un buon disco per i Wombripper, anche se con sonorità troppo derivative
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La violenza ferale e la tecnica mostruosa dei Torn the Fuck Apart
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sarà quello dei Devious Mine il miglior disco power del 2018?
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dal Messico il Melodic Death/Doom dei Matalobos
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Ben Blutzukker ed un E.P. di cui difficilmente ci si ricorderà in positivo
Valutazione Autore
 
1.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli A Scar for the Wicked ed un sound che unisce perfettamente Deathcore e Melodic Death
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I The Flesh son la band che tutti gli amanti dell'estremo dovrebbero ascoltare!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una bella prova per gli Ego The Enemy
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un sorprendente debut album per gli Espionage
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I portoghesi Disassembled ed un debut album che sorprende dal primo ascolto
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla