A+ A A-
 

Del buon vecchio heavy metal con i finlandesi Ratbreed Del buon vecchio heavy metal con i finlandesi Ratbreed Hot

Del buon vecchio heavy metal con i finlandesi Ratbreed

recensioni

gruppo
titolo
“Evoke the blaze”
etichetta
Inverse Records
Anno

 

TRACKLIST:

1. Escape from the asylum

2. Hunting high, reaping low

3. Decay of the mind

4. Blaze from below

5. Gates of underworld

6. Unhallowed sleep

7. Mad world

8. Through the flames

9. I rule the ruins (digital version bonus track)

 

 

LINE-UP:

Jasmin Anglén – Vocals

Mikko Kaipainen – Guitars

Markus Taipale – Guitars

Lauri Palmunen – Bass

Mikko Toivonen – Drums

opinioni autore

 
Del buon vecchio heavy metal con i finlandesi Ratbreed 2018-07-10 15:08:39 Ninni Cangiano
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Ninni Cangiano    10 Luglio, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

I Ratbreed arrivano dalla Finlandia e si sono formati nel 2015; abbiamo ricevuto pochissime informazioni su questa band che non esiste nemmeno sulla mitica Encyclopaedia Metallum. Questo “Evoke the blaze” è il debut album, registrato in parte nello studio privato di Markus Taipale, uno dei due chitarristi del gruppo. Sulla pagina di Facebook ho potuto vedere alcune foto, scoprendo con piacere che la cantante Jasmin Anglén, oltre ad essere brava, è anche alquanto affascinante, il che non guasta mai. Qualcuno direbbe: “la musica è ciò che conta” ed il combo scandinavo se la cava egregiamente, con una base di buon vecchio heavy metal, con qualche spruzzata di power e di speed metal (“Gates of underworld”) ed una voce che vedrei bene anche per l’hard rock, quello che sa di whisky e locali fumosi, di Harley Davidson e giubbotti di pelle. Il cd è composto da 8 pezzi (cui si aggiunge la cover della splendida “I rule the ruins” dei Warlock, presente solo nella versione digitale), tutti ben costruiti, efficaci, belli massicci e pieni di energia; i Ratbreed hanno anche un buon gusto e la giusta attenzione per le melodie e non mancano nemmeno piacevoli parti soliste di chitarra. Ho ascoltato più volte molto gradevolmente questo full-lenght, non trovando nessun punto debole evidente; anche basso e batteria si muovono molto bene, nonostante abbiano un ruolo meno da protagonista rispetto a voce e chitarre. Certo, in casi del genere, non bisogna andare a cercare originalità, perchè non se ne troverebbe nemmeno un’oncia; il buon vecchio heavy metal è questo, si suona e si ascolta perchè si amano queste sonorità e non perchè si cerchi qualcosa di innovativo o che non abbiano già suonato altri in passato. Con queste caratteristiche “Evoke the blaze” supera sicuramente l’esame con esito positivo e quello dei Ratbreed è un nome da tenere a mente da parte di ogni buon defender anche per il futuro, viste le indubbie capacità di questi cinque finlandesi.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

"Chants to Irkalla", l'oscuro e sulfureo debut album dei Druj
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli spagnoli Cabaret Aberrante sono la classica prova che l'abito non fa il monaco
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tradizione e modernità insieme nel debut album degli svedesi Heretic Legion
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un rock gotico e teatrale per gli israeliani Fatum Aeternum
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Red Dragon Cartel e l'hard rock ruvido, vissuto e intenso
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bellissimo album di prog rock/metal questo nuovo lavoro de La Bottega del Tempo a Vapore.
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Un debutto sorprendentemente ottimo per i danesi Sinnrs
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Gathering Darkness celebrano i vent'anni di carriera con "The Inexorable End"
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Estremamente influenzato dalla corrente "core" il Progressive Death dei Technical Damage
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debuttano con un breve (ma comunque interessante) EP i canadesi Dethgod
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla terra del Death tecnico arriva una nuova interessante scoperta: i Samskaras
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Non entusiasmante il debut dei Serpents Kiss
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla