A+ A A-
 

Debutto interessante degli Ackeron Debutto interessante degli Ackeron

Debutto interessante degli Ackeron

recensioni

gruppo
titolo
"Polarity"
etichetta
Melancholia Records
Anno
Lineup:
Adrien Frezal - Guitars
Pierre Stein - Guitars
Vincent Tempier - Bass
Kam Majlessi - Drums

Tracklist:
1. Hold Me Now
2. Come Closer
3. Beneath The Surface
4. Polarity
5. Eye Of The Storm
6. The Quiet Sun
7. Lifeloss

opinioni autore

 
Debutto interessante degli Ackeron 2018-07-09 17:04:53 Graziano
voto 
 
4.5
Opinione inserita da Graziano    09 Luglio, 2018
Ultimo aggiornamento: 09 Luglio, 2018
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli ACKERON tramite Melancholia Records pubblicano il loro debut album "Polarity". Disco breve: 7 tracce davvero ben riuscite e pensate, non si spreca neanche un secondo del loro tempo a disposizione, un songwriting pregevole e originale permea tutte le canzoni, facendo respirare al sottoscritto un bel po' di aria fresca!

Influenzati da gruppi come GOJIRA, ARCHITECTS e SOILWORK, i francesi riescono a creare un melting pot interessante, moderno e melodico, ma mai banale. Va detto che le bands citate servono solamente a dare una infarinatura del loro operato: sebbene vi siano alcuni rimandi e similitudini, questo "Polarity" ha un suo spirito ed un suo corpo, un disco con un suono contemporaneo che non viene fuori direttamente come qualsiasi altra band, il genere potrebbe essere definito metalcore, ma la descrizione è davvero riduttiva, credetemi.
L'opener "Hold Me Now" è un perfetto apripista, che serve per fornire un ampio riassunto di ciò che sembra l'album. Colpisce davvero in tutti i punti principali, trova il modo di lavorare nei breakdown, nelle clean e addirittura nelle scream vocals. Il brano 2 "Come Closer" trova un aspetto più pesante, ma anche uno progressivo.
Il resto dell'album trova lentamente un appiglio più pesante, con molto più groove, chunk e breakdowns rispetto alle prime due canzoni. E questo normalmente lo considererei un aspetto positivo. Spero solo di vedere ACKERON approfondire il suono sperimentale nelle pubblicazioni future e non ricorrere al tipico metal moderno troppo piatto che un po' ha saturato la scena.

Polarity è un debutto solido, la band ha sviluppato un sound personale che, con le future pubblicazioni, può solo migliorare.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Gli Anguish Force non brillano di forza creativa.
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ancora una volta i greci Mass Infection offrono una prestazione mostruosa
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debuttano con un EP dal sound vintage gli indiani Aempyrean
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
White Widdow al quinto tentativo col disco della svolta.
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sanguine Glacialis: ma il filo conduttore dov'è?
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Midnite City, la solita dose di hard rock iper melodico
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

I Nerobove scandagliano il malessere umano con un sound azzeccatissimo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ego porta con sé una forza rigenerante, questi sono gli E.G.O.C.I.D.E.
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli indiani Godless con un buon EP, ma che passa forse troppo rapido e indolore
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Prophets Of The Apocalypse: Ep che non convince
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Inner Decay ed il loro granitico Death Metal per un buon debutto
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla