A+ A A-
 

Il quarto disco dei polacchi Exlibris Il quarto disco dei polacchi Exlibris Hot

Il quarto disco dei polacchi Exlibris

recensioni

gruppo
titolo
"Innertia"
etichetta
Autoproduzione
Anno

 

TRACKLIST:

1. Innertia

2. Harmony of the spheres

3. Gravity

4. Shoot for the sun

5. Incarnate

6. No shelter

7. Amorphous

8. Origin of decay

9. Multiversal

10. Thunderbird

11. Ascension

 

 

LINE-UP:

Riku Turunen – Vocals

Daniel Lechmański – Guitars and vocals

Piotr Sikora – Keyboards and orchestration, vocals

Piotr Torbicz – Bass

Grzegorz Olejnik – Drums

opinioni autore

 
Il quarto disco dei polacchi Exlibris 2018-07-01 17:55:48 Ninni Cangiano
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Ninni Cangiano    01 Luglio, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli Exlibris arrivano dalla Polonia, sono attivi sin dal 2003 e questo “Innertia” è il loro quarto full-lenght, il primo con i nuovi membri, il drummer Grzegorz Olejnik ed il singer finlandese Riku Turunen. Non avevo mai approfondito la conoscenza di questa band (già recensita da altri sul nostro sito) che ci è stata presentata come dedita al power/prog metal; di fatto, il prog non è la componente principale nel sound (qualcosa in “No shelter” ed “Origin of decay”, ma non molto altro; in genere più sulle trame delle chitarre, che altro), tanto che direi che il sound degli Exlibris è più indirizzabile su un melodic power, godibile e piacevole da ascoltare. I 10 pezzi (cui si aggiunge l’inutilissima intro che dà il titolo al disco) sono tutti ben costruiti, suonati con indubbie capacità tecniche e cantati molto bene dal nuovo singer. L’attenzione per le melodie, unita alla voce pulita ed espressiva (oltre che acuta) del cantante, sono le carte vincenti dei polacchi che, però, non pestano mai troppo sull’acceleratore; ecco, forse, in tal senso mi sarei aspettato un po’ più di brio in generale (come, ad esempio, nella splendida “Thunderbird”), pur se comunque il disco nel suo insieme non dispiace per niente. Dopo aver realizzato gli ultimi due full-lenghts con la label polacca Metal Mind Productions (etichetta di cui non ho da tempo notizie, tanto che credo sia ormai inattiva), gli Exlibris hanno deciso di tornare all’autoproduzione, come era successo per il loro debut album. Dispiace constatare come un lavoro così valido (perchè “Innertia” è davvero un bel disco) sia relegato tra le autoproduzioni e mi chiedo come mai nessuna etichetta si sia accorta della sua potenzialità... misteri del music business! Se siete fans di questo genere musicale, direi che conviene dare un ascolto a questo album degli Exlibris e magari procurarvelo tramite lo shop della band, dove viene venduto in versione digipack.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Gli Anguish Force non brillano di forza creativa.
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ancora una volta i greci Mass Infection offrono una prestazione mostruosa
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debuttano con un EP dal sound vintage gli indiani Aempyrean
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
White Widdow al quinto tentativo col disco della svolta.
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sanguine Glacialis: ma il filo conduttore dov'è?
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Midnite City, la solita dose di hard rock iper melodico
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

I Nerobove scandagliano il malessere umano con un sound azzeccatissimo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ego porta con sé una forza rigenerante, questi sono gli E.G.O.C.I.D.E.
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli indiani Godless con un buon EP, ma che passa forse troppo rapido e indolore
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Prophets Of The Apocalypse: Ep che non convince
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Inner Decay ed il loro granitico Death Metal per un buon debutto
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla