A+ A A-
 

1000Dead, band greca che punta soprattutto sull'attitudine 1000Dead, band greca che punta soprattutto sull'attitudine

1000Dead, band greca che punta soprattutto sull'attitudine

recensioni

gruppo
titolo
1000Dead
etichetta
Metal Scrap Records
Anno

LINE UP: 
Nikos Marinakis - vocals, guitars 
Petros Leledakis - bass, backing vocals 
Alekos Mouratidis - drums 

TRACKLIST: 
1. Lying Through Teeth [02:44] 
2. Unveil Hatred [04:13] 
3. Post-War Blues [03:58] 
4. Bring a Knife to a Gunfight [05:17] 
5. Noise/Pain [02:15] 
6. This Day We Fight [03:34] 
7. Unplug Me [02:48] 
8. The Oppressor Syndrome [03:36] 
9. Stonework [05:11] 
10. Cross Section [00:28] 
11. Dignity... a Dying Word [03:39] 

Running time: 37:43 

opinioni autore

 
1000Dead, band greca che punta soprattutto sull'attitudine 2018-06-12 11:22:02 Daniele Ogre
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    12 Giugno, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Uscito nel marzo 2017 tramite Metal Scrap Records, "1000Dead" è l'eponimo debut album di questo power-trio greco, formatosi nel 2013 e con all'attivo un promo di tre brano prima di questa uscita. Merito principale dei 1000Dead è quello di saper coniugare un'attitudine marcatamente old school (parliamo di una band che ci offre un discreto Thrash/Hardcore, anche se viene erroneamente definita Death Metal) a certi sprazzi moderni à la Lamb of God.

Fatta eccezione per la buona "Post-War Blues", è la velocità d'esecuzione il marchio di fabbrica dei 1000Dead, con ritmiche serrate e piene di groove, in un mix tra la compattezza degli Hatebreed e la spietata violenza Grind dei Napalm Death. Velocità d'esecuzione che ritroviamo anche nella durata dei brani, che si attestano quasi tutti tra i due minuti e mezzo ed i tre e mezzo, salvo qualche eccezione come "Bring a Knife to a Gunshot" (uno dei pezzi migliori del disco) e "Stonework" che superano i cinque e la massacrante mazzata Grind di "Cross Section" che non arriva nemmeno a 30 secondi. Da Napalm Death e Hatebreed il trio greco prende anche temi lirici sociali tanto cari alle due bands succitate. Oltre i pezzi già citati, da menzionare la più ragionata "Unplug Me" e pezzi costruito in modo che dal vivo non lascino prigionieri come l'opener "Lying Through Teeth" e "Noise/Pain".

Non inventano nulla di nuovo i 1000Dead, ma va dato atto alla band greca di aver tirato fuori un lavoro onesto che pur non brillando per chissà quale fantasia può puntare tutto su una spiccata attitudine, grazie a brani che funzionano. La chance di un ascolto, a mio avviso, se la meritano tutta.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Carica ed energia per i tedeschi MotorJesus
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Thrust rimangono ancorati al metallo purissimo degli anni 80
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Thrash tecnico e rabbioso per i National Napalm Syndicate
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Maggot Casket: mai giudicare il CD dalla copertina
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gyze, un singolo in duplice versione
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Piacevole power metal con gli slovacchi Eufory
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Buck Tow Truck, non benissimo come inizio!
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dissonante, straniante ed "esotica" la proposta dei Dischordia
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Immortal Sÿnn hanno bisogno di scegliere una strada da percorrere
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rites Of Sedition, mai giudicare un libro dalla copertina..
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un lavoro strumentale fin troppo prolisso per Carmelo Caltagirone
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla