A+ A A-
 

L'Inferno di Dante protagonista del secondo capolavoro dei Kyterion L'Inferno di Dante protagonista del secondo capolavoro dei Kyterion Hot

L'Inferno di Dante protagonista del secondo capolavoro dei Kyterion

recensioni

gruppo
titolo
Inferno II
etichetta
Subsound Records
Anno

LINE UP: 
Unknown 

TRACKLIST: 
1. Mal Nati [03:02] 
2. Onde la Rena s'Accendea [03:26] 
3. Dite [04:04] 
4. Pena Molesta [03:20] 
5. Cerbero il Gran Vermo [03:23] 
6. Cocito [01:53] 
7. Dolenti ne la Ghiaccia [03:58] 
8. Rabbiosi Falsador [05:08] 
9. Vallon Tondo [01:16] 
10. Li 'ndivini [03:58] 
11. Terribile Stipa [04:26] 

Running time: 37:54 

opinioni autore

 
L'Inferno di Dante protagonista del secondo capolavoro dei Kyterion 2018-06-05 14:57:12 Daniele Ogre
voto 
 
5.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    05 Giugno, 2018
Ultimo aggiornamento: 05 Giugno, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Uscito lo scorso 4 maggio via Subsound Records, "Inferno II" è il secondo album dei Kyterion, quella che ad oggi possiamo definire senz'ombra di dubbio alcuno la più interessante realtà Black Metal nata in Italia dai tempi degli Spite Extreme Wing. Ed un qualche parallelismo con la creatura di Argento può anche starci, soprattutto se si pensa all'accuratezza di ricerca per quel che concerne i testi. Ma qualche parallelismo ci può essere anche con Scuorn: un senso quasi di appartenenza accomuna la one man band partenopea all'act bolognese, con la certosina precisione di Giulian nel ricercare elementi della tradizione e della storia partenopea che possiamo trovare a specchio nei Kyterion ed il loro Black basato esclusivamente sull'Inferno di Dante; così come anche la scelta di una lingua avulsa fino ad ora: non si tratta di napoletano ovviamente, ma di Italiano Vernacolare del XIII secolo, la lingua di Dante stesso, quella con cui è stata scritta l'Opera Immortale del Sommo Poeta fiorentino. Ma concentriamoci ora esclusivamente sui Kyterion.

Il quartetto - la cui line up è ad oggi sconosciuta - si concentra in questo "Inferno II" sulla prima cantica dell'Inferno, trovando nelle proprie composizioni una serie quasi infinita di punti di forza. Del cantato in Italiano del XIII secolo abbiamo già detto, ma a questo vanno uniti una maturità di songwriting a dir poco impressionante ed una tecnica individuale dei singoli strumentisti che lascia impalliditi, cosa che si riversa anche sul palco: chi ha avuto modo di vedere i Kyterion dal vivo - come il sottoscritto - non potrà che essere colpito dalla precisione chirurgica e dalla potenza esplosiva dei nostri. Musicalmente è possibile sentire echi di Watain e Necrophobic nel sound dei Kyterion, con punti melodici che ricordano i Dissection della doppietta "The Somberlain" + "Storm of the Light's Bane". Non mancano però nemmeno spunti à là Marduk, come ad esempio in "Pena Molesta"... Insomma, il sound dei Kyterion trasuda Swedish Black Metal ad ogni nota, il tutto però riportato nella più piena tradizione italiana. Un album, "Inferno II", che non presenta il benché minimo difetto: l'ottimo lavoro di recording effettuato ai Medoosa Studio di Bologna è stato successivamente incrementato da mixing e mastering sontuosi di Giuseppe Orlando ai suoi Outer Sound Studios. Dunque un album che gode di una produzione magistrale, grazie a cui è possibile godere a pieno del fantastico lavoro di songwriting e di arrangiamento dei Kyterion: dai riff spietati e taglienti fino ad uno scream rabbioso passando per una sezione ritmica incessantemente martellante, il tutto è messo su per sorprendere nota dopo nota e colpire l'ascoltatore con tutti brani riuscitissimi, in particolare i due singoli "Cerbero il Gran Vermo" e la bellissima "Onde la Rena s'Accendea", senza che però vadano dimenticati l'opener "Mal Nati" o l'incredibile "Dolenti ne la Ghiaccia".

Come dicevo, è dai tempi di Spite Extreme Wing che non si sentiva un progetto Black Metal così a dir poco meraviglioso. E attenzione, si parla di Black "puro", nada Symphonic o Epic o simili (altrimenti citare Scuorn e Darkend sarebbe inevitabile). "Inferno II" dei Kyterion si candida seriamente ad essere uno dei migliori album di quest'anno sia nell'ambito della sola scena italiana - dove difficilmente a fine anno riusciremo mai a trovar di meglio -, sia ampliando il discorso più in generale. Un disco che è un MUST HAVE per gli amanti della frangia Swedish della Nera Fiamma, ma il cui ascolto è consigliato a chiunque non abbia i paraocchi e voglia avere una visione diversa dell'Inferno di Dante.

Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Un buon disco per i Wombripper, anche se con sonorità troppo derivative
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La violenza ferale e la tecnica mostruosa dei Torn the Fuck Apart
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sarà quello dei Devious Mine il miglior disco power del 2018?
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dal Messico il Melodic Death/Doom dei Matalobos
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Ben Blutzukker ed un E.P. di cui difficilmente ci si ricorderà in positivo
Valutazione Autore
 
1.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli A Scar for the Wicked ed un sound che unisce perfettamente Deathcore e Melodic Death
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I The Flesh son la band che tutti gli amanti dell'estremo dovrebbero ascoltare!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una bella prova per gli Ego The Enemy
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un sorprendente debut album per gli Espionage
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I portoghesi Disassembled ed un debut album che sorprende dal primo ascolto
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla