A+ A A-
 

Interessante la proposta di Freddy Spera e del suo solo project Crejuvent Interessante la proposta di Freddy Spera e del suo solo project Crejuvent

Interessante la proposta di Freddy Spera e del suo solo project Crejuvent

recensioni

gruppo
titolo
Time
etichetta
Autoproduzione
Anno

Line Up: 
Freddy Spera - vocals, all instruments 

Tracklist: 
1. Fuck this Shit [01:32] 
2. Code Orange [04:49] 
3. Malicious Clouds [04:20] 
4. Time [04:48] 
5. Word Vomit [04:44] 

Running time: 20:13 

opinioni autore

 
Interessante la proposta di Freddy Spera e del suo solo project Crejuvent 2017-09-21 13:25:14 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    21 Settembre, 2017
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Dopo un demo datato 2015, "Pretty Demos", torna con questo EP autoprodotto Crejuvent, one man band britannica di Freddy Spera, polistrumentista di Liverpool. E lasciatemi dire che quanto possiamo ascoltare in questo "Time" è decisamente interessante. Non innovativo, questo no, ma il Progressive Death di Crejuvent è solido: Spera come musicista sa sicuramente il fatto suo e lo dimostrano certe soluzioni intriganti, come è possibile ascoltare in "Code Orange". Ciò che si nota è che per chitarre sì tecnicamente ottime ma abbastanza "standard", abbiamo soprattutto una sezione ritmica decisamente degna di nota; un punto debole delle one man band è, ad esempio, la batteria, cosa che fortunatamente non è riscontrabile qui.
Non è solo tecnica asservita al Death questo "Time", comunque, e lo dimostra la più diretta "Malicious Clouds", che per quanto musicalmente ottima è anche la traccia dove più si evidenzia l'unico piccolo neo: un uso minore di clean vocals potrebbe giovare maggiormente nell'insieme, anche se ad onor di cronaca nella parte centrale del pezzo sono inserite perfettamente. E c'è poco altro da dire: "Time" è pur sempre un semplice EP di una ventina di minuti scarsi. Una ventina di minuti che però lasciano con la curiosità di voler ascoltare questo progetto su una distanza più lunga. Non resta che aspettare che Freddy Spera lavori ad un album per questa sua creatura; le premesse per avere belle sorprese - ascoltate la title-track di questo lavoro e ne converrete - ci sono tutte.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

I nuovi Heavenblast e l'ingombrante ombra del passato
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bentornati Squealer!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Classic hard rock/blues ispirato nell'interessante debutto dei The Raz
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Colpisce nel segno il rock desertico degli Atala
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Forse questi Reach sono davvero pronti ad esplodere!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tra atmosfere da film horror e da romanzo gotico, il quarto lavoro dei Tribulation
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Rock fiammante from Vesuvio - DEBUTTO CLEAN DISTORTION
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli americani Matrekis non centrano il bersaglio.
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
SI SVEGLIA IL METAL CON I MILLENNIUM
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il female fronted symphonic melodic metal dei Rite Of Thalia
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un bel concentrato di power/heavy granitico con gli spagnoli SnakeyeS
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sorprendente il lavoro degli olandesi Morvigor
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla