A+ A A-
 

I SinnerAngel tagliano il traguardo del debut album I SinnerAngel tagliano il traguardo del debut album Hot

I SinnerAngel tagliano il traguardo del debut album

recensioni

titolo
Sinister Decálogo
etichetta
Grimm Distribution
Anno

Line Up: 
Gustavo Elhavarria - Vocals
William Florez - Guitars
Angel Valencia - Bass
Gustavo Ladino - Drums 

Tracklist:
01. SinnerAngel [01:36] 
02. Zeon [03:32] 
03. Cerberus [03:23] 
04. Hitos [04:01] 
05. Fuego En Mi Alma [04:03] 
06. Abysmal Visions [04:26] 
07. Banshee [03:02] 
08. Vestidos De Luto [03:40] 
09. Unspekable [05:22] 
10. IX [04:30] 

Running time: 37:35

opinioni autore

 
I SinnerAngel tagliano il traguardo del debut album 2017-07-18 13:42:13 Daniele Ogre
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    18 Luglio, 2017
Ultimo aggiornamento: 18 Luglio, 2017
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Fondati nel 2004, solo oggi i colombiani SinnerAngel riescono a tagliare il traguardo del debut album con "Sinister Decálogo", uscito lo scorso giugno per l'etichetta bielorussa Grimm Distribution. Sin dalla propria nascita, la band di Medellin ha sempre voluto unire differenti stili, andando a miscelare le varie influenze dei componenti: si ha così un mix tra Melodic Death, Black e Power. E sì, la cosa dovrebbe suonarvi familiare. Dico questo perché l'unica cosa che mi ha lasciato un po' così di tutto il pacchetto è rappresentato dalle parole "this is an experimental album" presenti nelle info, visto che quanto possiamo ascoltare in questo lavoro del quartetto colombiano è possibile riscontrarlo da parecchi anni in quel che fanno, un nome a caso proprio, i Children of Bodom.

Ed è ai fans del gigante finlandese che, per lo più, è rivolto questo "Sinister Decálogo". Il sound, con quel preciso mix di generi, richiama fortemente quello dei CoB, tanto che per lo più quanto ascoltiamo in questo disco può sembrare anche estremamente derivativo dalla band di Espoo. Ma, fortunatamente, senza tastiere a prendersi un posto troppo primario. La sensazione d'avere una copia/carbone sudamericana però va man mano scemando durante il susseguirsi dei pezzi: d'influenze Power ce ne sono, alla fine, ben poche - ad esempio le ritmiche di "Fuego en mi Alma" - ed i SinnerAngel si concentrano soprattutto sulla componente più estrema, con sonorità tipiche del Melodic Death che s'intrinsecano con passaggi più taglienti, influenzati dalla scuola Black svedese soprattutto. Il tutto non suonerà per nulla innovativo, vero, ma ciò non toglie che l'ascolto di "Sinister Decálogo" risulta essere sempre più interessante con lo scorrere dei minuti, grazie ad un lavoro di songwriting discreto. E personalmente vi dirò che ho apprezzato l'uso della lingua spagnola per le canzoni, con poche eccezioni tra le quali spicca a mio avviso "Abysmal Visions", tra i migliori capitoli dell'album insieme a "Hitos" e "Banshee".

Non sarà per niente sperimentale come annunciato, ma "Sinister Decálogo" è di sicuro un disco interessante che premia una gavetta sin troppo lunga per questa band colombiana. Come detto, un lavoro simile è indirizzabile soprattutto ai non pochi fans di Alexi Lahio e soci, cui potrà sicuramente piacere un lavoro come questo, che molto deve all'influenza della leggenda finnica.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Un ennesimo lavoro di Rogga Johansson, stavolta con il solo project Megascavenger
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dall'Ucraina una band per fans di Neurosis ed Isis: i Nug, con il loro ottimo debut album
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ancora un po' acerbo ma comunque godibile il debutto dei canadesi Atræ Bilis
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Soddisfacente questa seconda release dei polacchi Kalt Vindur
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Finalmente i tedeschi Stillbirth tirano fuori quello che è il loro miglior album
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i greci Obsecration un ritorno guastato da una produzione non all'altezza
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Darkness perchè quella cover?
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Vlterior: quando violenza e tecnica vanno a braccetto.
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Non poco interessante l'EP dei Dystopia A.D.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una nuova sfilza di ospiti ed un altro buonissimo album: tornano i Buried Realm
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Damnation Angels: ritorno in gran stile!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla