A+ A A-
 

"Slime and Punishment", il sesto album dei Municipal Waste "Slime and Punishment", il sesto album dei Municipal Waste Nuovo

"Slime and Punishment", il sesto album dei Municipal Waste

recensioni

titolo
Slime and Punishment
etichetta
Nuclear Blast
Anno

Line Up:
Tony Foresta - vocals  
Ryan Waste - guitars, backing vocals
Nick Poulos - guitars
Phil “LandPhil” Hall - bass, backing vocals
Dave Witte - drums

Tracklist:
1. Breathe Grease [01:49]
2. Enjoy the Night [00:49]
3. Dingy Situations [01:39]
4. Shrednecks [02:16]
5. Poison the Preacher [02:01]
6. Bourbon Discipline [02:31]
7. Parole Violators [02:30]
8. Slime and Punishment [02:22]
9. Amateur Sketch [01:45]
10. Excessive Celebration [01:29]
11. Low Tolerance [02:21]
12. Under the Waste Command [01:51]
13. Death Proof [02:52]
14. Think Fast [02:30]

Running time: 28:45

opinioni autore

 
"Slime and Punishment", il sesto album dei Municipal Waste 2017-06-19 15:38:54 Daniele Ogre
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    19 Giugno, 2017
Ultimo aggiornamento: 19 Giugno, 2017
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Tornano a 5 anni di distanza dal discreto "The Fatal Feast (Waste in Space)" i thrashers statunitensi Municipal Waste, con questo "Slime and Punishment", sesto capitolo per la band di Richmond, Virginia. Far passare più tempo tra un disco e l'altro è sembrato una scelta vincente, visto che in passato abbiamo avuto nel giro di due anni il capolavoro dei MW, "The Art of Partying", seguito dal non entusiasmante "Massive Aggressive", un album che sembrava messo su in fretta e furia senza pensarci troppo per partire immediatamente in tour. Arriverà in seguito il deal con la Nuclear Blast e, come detto, "The Fatal Feast (Waste in Space)", che riporterà la band di Tony Foresta e Ryan Waste in carreggiata.

Con "Slime and Punishment" i MW dimostrano come siano sempre e solo loro gli unici veri eredi di gruppi come Nuclear Assault, D.R.I. e S.O.D., bands cardine per il Thrash/Crossover suonato dai nostri. Il canovaccio è quello cui ci hanno abituati, con pezzi rapidissimi (in media sui 2 minuti, 2 e mezzo massimo, con pezzi anche più corti però), riff sparati a velocità sperimentate solo dalla N.A.S.A. con contorno di sezione ritmica martellante dal primo all'ultimo secondo... e la solita voce urlata di mr. Foresta. Non mancano la solita ironia e l'ancor più solito mood festaiolo, senza dimenticare però un occhio (velenoso) verso la società, il tutto riversato su un Thrash Metal con una spiccatissima attitudine punkeggiante, che è poi quel mix che ha reso i MW quelli che sono ora: una macchina da moshpit come ce ne sono poche. In poco meno di mezz'ora, grazie a pezzi come la title-track, "Shrednecks", "Bourbon Discipline", la massacrante "Amateur Sketch", "Excessive Celebration" - che potrebbe benissimo essere uscita da "The Art of Partying" - e la "lunga" "Death Proof" - addirittura quasi 3 minuti! -, i MW si sbarazzano di tutta la "concorrenza", tirando fuori un lavoro che li riporta agli antichi fasti, proseguendo e migliorando il lavoro cominciato con "The Fatal Feast (Waste in Space)" e che porta finalmente a dimenticarsi quel passo falso di "Massive Aggressive".

I Municipal Waste sono uno di quei gruppi che sono consigliabili ad ogni thrasher che si rispetti; ma è pur vero che sarebbe inutile, visto che il suddetto thrasher già dovrebbe sapere a priori che Ryan Waste e soci sono da acquistare ed ascoltare a scatola chiusa. Ed a parte questo, chiunque voglia lasciarsi trasportare per una mezz'oretta da un Thrash suonato a velocità disumane, casinista e conscio d'esserlo, "Slime and Punishment" potrebbe essere il disco adatto allo scopo.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Red Cain: un piccolo capolavoro canadese
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una pessima ristampa dai meandri della scena tedesca: "Mindwaves" degli Assorted Heap
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ristampa con bonus live per "Unholier than Thou" dei canadesi Infernäl Mäjesty
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il ritorno dei Secret Sphere, molte luci e alcune ombre
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"Gods of the Abyss": demo pre-"Afterburner" dei Sinister
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un ottimo antipasto in attesa del nuovo album dei Seven Thorns
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

demo

Debutto per gli italo-americani Antipathic
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il primo EP dei romani Asphaltator promette bene
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dante's Theory: una piacevole scoperta dalla lontana Asia
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hypocras: Un ep con in mente gli Eluveite e...la musica dance
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Dimonra e la poliedricità
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Chasing The Serpent devono scegliere una strada precisa
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla