A+ A A-
 

Un gran disco per gli AEternal Seprium Un gran disco per gli AEternal Seprium Hot

Un gran disco per gli AEternal Seprium

recensioni

titolo
“Doominance”
etichetta
DeathStorm Records
Anno

 

TRACKLIST

1.      I will dance on your tombs

2.      Grieving april

3.      Unawaken

4.      Rock my name

5.      Artemisia

6.      Fuck the narcissism

7.      Il rifugio

8.      Devil pray

9.      End is far... or else?

10.  The refuge (Bonus track)

 

 

LINE-UP:

Adriano Colombo – Guitars

Leonardo Filace – Guitars

Matteo Tommasini – Drums

Fabio Privitera – Vocals

Santino Talarico - Bass

opinioni autore

 
Un gran disco per gli AEternal Seprium 2016-10-28 17:22:53 Ninni Cangiano
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Ninni Cangiano    28 Ottobre, 2016
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ero impaziente di ascoltare “Doominance”, il nuovo disco degli heavy/thrashers lombardi AEternal Seprium, perchè è il primo con in formazione Fabio Privitera, quello che ritengo essere uno dei migliori singer in circolazione, e non solo in Italia. Il sound della band è sempre molto robusto, un thrash metal dai forti richiami all’heavy più classico e, quando c’è in formazione un cantante del genere, si ha sempre una marcia in più rispetto agli altri, inutile negarlo. Erano una grande band i Bejelit quando c’era Privitera (tanto che, dopo la sua uscita, hanno proprio cambiato nome e genere musicale), lo sono i Sound Storm (di cui aspetto il nuovo “Vertigo” previsto a dicembre), lo sono anche gli AEternal Seprium! Del resto, anche il suo predecessore Stefano Silvestrini era un cantante validissimo e, dopo la sua uscita, non poteva essere cercato qualcuno che non fosse in grado di sostituirlo senza farlo rimpiangere. Attorno a lui, si muovono quattro musicisti di ottima qualità che realizzano nove pezzi, uno più bello dell’altro, ricchi di energia come il thrash impone, ma sempre con un occhio molto attento alle melodie più tipiche dell’heavy. In questo senso troviamo l’infuocata accoppiata iniziale “I will dance on your tombs” e “Grieving april” (in cui c’è un bellissimo assolo di basso del grande Santino Talarico!), due pezzi che da soli valgono l’acquisto del disco. Ma, continuando nella scaletta, ci sono altri grandi pezzi come “Unawaken” e “Rock my name”, fino ad arrivare a “Devil pray” (con parti quasi prog) ed alla conclusiva “End is far... or else?”. Capitolo a parte per “Il rifugio” (presentata anche come bonus track, con testo in inglese), canzone molto particolare che sembrerebbe ispirata al maestro Angelo Branduardi, piena zeppa di parti acustiche in stile medievale, molto ma molto affascinanti. Come avrete capito, “Doominance” degli AEternal Seprium è un gran disco, un album in grado di andare incontro sia ai gusti dei thrashers meno violenti, che dei defenders. Sarà pubblicato in versione limitata a 500 copie per DeathStorm Records... affrettatevi prima che vada esaurito!

Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

I texani Rear Naked Choke debuttano con questo loro primo album omonimo.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un disco semplicemente perfetto per i Qantice
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Enforcer realizzano un disco che rompe con il passato
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Axenstar proseguono imperterriti sulla loro strada
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un viaggio fatto di luci ed ombre interiori con i Superlynx
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dal freddo della Siberia ritornano i Last Wail
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

I Winter Owl si presentano con questo bell'ep d'esordio.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dal freddo Minnesota il Doom/Death melodico di scuola finnica dei Cold Colours
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli americani Oculum Dei peccano purtroppo in personalità
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La rabbiosa denuncia socio-politica di Anthony Kaoteon con il suo progetto Death Tribe
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un inizio promettente per gli SkyEye
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
West Of Hell: né carne, né pesce
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla