A+ A A-
 

Senza inventare nulla di nuovo ma con una ricetta ben congeniata arriva il nono disco in casa Crystal Ball Senza inventare nulla di nuovo ma con una ricetta ben congeniata arriva il nono disco in casa Crystal Ball Hot

Senza inventare nulla di nuovo ma con una ricetta ben congeniata arriva il nono disco in casa Crystal Ball

recensioni

titolo
Déjà-Voodoo
etichetta
Massacre Records
Anno

Tracklist:

1. Déjà-Voodoo

2. Director's Cut

3. Suspended

4. Never A Guarantee

5. Reaching Out

6. Home Again 

7. To Freedom And Progress

8. Time And Tide

9. Without A Net

10. Full Disclosure (*)

11. Fools' Parade (*)

12. Dr. Hell No

13. To Be With You Once More

 

LINE-UP

Steven Mageney - Vocals

Scott Leach - Guitars

Tony "T.C." Castell - Guitars

Cris Stone - Bass

Marcel Sardella – Drums

 

opinioni autore

 
Senza inventare nulla di nuovo ma con una ricetta ben congeniata arriva il nono disco in casa Crystal Ball 2016-08-29 16:42:06 Federico Orano
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Federico Orano    29 Agosto, 2016
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Avevamo ritrovato i Crystal Ball in buona forma proprio un anno fa con "LifeRider", ora la band svizzera, da sempre una sicurezza nella scena hard rock, si rifà sotto col nuovo "Déjà-Voodoo".

Ben 13 nuovi pezzi come sempre belli rocciosi e melodici. I Crystal Ball attaccano forte con la title track del loro nono disco, ma si continua sulla strada giusta con l'impatto melodico di "Director's Cut" e l'iper melodica "Suspended" con dei bei coretti come Dio comanda. Ma dopo un buon inizio il disco comincia a mostrare qualche piccolo passo falso magari evitabile (vedi "Never a guarantee", "Fools' Parade" e "Without a net") limitando leggermente la tracklist. Cattura fin da subito la ballatona "Home again" con un chorus ruffiano, ma anche le potenti "To freedom and progress" e "Time and tide". Peccato per una manciata di brani come detto un pò anonimi.

Insomma i Crystal Ball senza inventare nulla di nuovo ma con una ricetta ben congeniata, riescono ancora a pubblicare un dischetto di buon hard rock melodico. Ci si poteva aspettare di più e forse la band ha avuto troppa fretta nel pubblicare questo lavoro 12 mesi dopo il precedente disco. "Déjà-Voodoo" non è un masterpiece anzi, è un lavoro che presenta qualche momento meno entusiasmante, ma se amate i più famosi Gotthard allora non dovete far altro che procurarvi qualcosa dei loro cuginetti e premere il tasto play. Non ne rimarrete delusi!

Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Da membri di Pestilence, Cryptopsy ed Incantation arrivano i bestiali Tribe of Pazuzu
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I M.I.GOD. ed il loro "sophisticated metal"
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Più cupi, tristi e malinconici: tornano i finlandesi Swallow The Sun
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Estremamente piatto il debutto dei The Wandering Ascetic
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I cileni Dezaztre Natural hanno ancora da migliorare
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Gli Ancient Bards ed il secondo capitolo della "Black crystal sword saga"
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il sesto album dei Belladonna, come sempre molto eleganti
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un'onesta uscita questo terzo disco dei bielorussi Vistery
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Troppo breve il demo dei Tensor per poterne dare un giudizio completo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Vandor, un debutto ancora alquanto acerbo
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla