A+ A A-
 

Ristampa del mitico secondo album degli In Malice's Wake Ristampa del mitico secondo album degli In Malice's Wake Hot

Ristampa del mitico secondo album degli In Malice's Wake

recensioni

titolo
"The Thrashening"
etichetta
Punishment 18 Records
Anno

TRACKLIST:
1. Endless Possession
2. Evil By Design
3. Onslaught
4. Fuel for the Fire
5. The Crawling Chaos
6. Join Us and Fight
7. No Escape
8. Nuclear Shadow

LINE-UP:
Mark Farrugia – Drums
Shaun Farrugia – Vocals, Guitars
Luke Blaso – Bass
David Graham – Lead Guitars

opinioni autore

 
Ristampa del mitico secondo album degli In Malice's Wake 2016-05-20 09:47:26 Chiara
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Chiara    20 Mag, 2016
Ultimo aggiornamento: 20 Mag, 2016
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli In Malice’s Wake sono un nome noto e apprezzato da tutti i cultori della cosiddetta New Wave of Thrash Metal. E anche “The Thrashening”, seconda fatica datata 2011 dei thrashers australiani, è una vecchia conoscenza per gli appassionati del genere, riproposta dalla Punishment 18 Records (insieme a “Eternal Nightfall” del 2008) in un’ottica di rilancio della storica band.
In “The Thrashening” lo stile vecchia scuola alla Bay Area riprende vita in un mix letale e ben bilanciato. Iniziando dai vocals di Shaun Farrugia, che spesso e volentieri ricordano molto da vicino la voce del potente Chuck Billy (per chi non lo sapesse, il frontman dei Testament), passando per la tipica aggressività alla Slayer (vedi “Fuel For The Fire”) e alle lyrics intrise di denuncia e impegno politico tanto care ai Megadeth di Mustaine e soci (“Join Us and Fight”). E in tutto questo trova anche spazio un bel sing-along energico e muscolare in apertura del disco con “Endless Possession”.
Nel complesso “The Thrashening” non vede cali di tensione, né tantomeno di qualità per tutta la durata del disco. L’ottima produzione, bilanciata con cura maniacale, lascia respiro in egual misura a tutti gli strumenti, permettendo di godere di tutte le sfumature. La ristampa della seconda creatura degli In Malice’s Wake è quindi una buona scusa per accaparrarsi un lavoro che deve essere assolutamente presente nella collezione di ogni thrasher (giovane o meno giovane) che si rispetti.

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Il debut album dei Proscription si candida ad essere la maggior sorpresa estrema del 2020
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Persino Umberto Eco trova un piccolo spazio nel terzo macigno degli Ossuary Anex
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla Scozia il brutale assalto degli Scordatura
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Diamond In The Rough - pop rock che ci riporta agli Eighties
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Trishula: un come back davvero notevole per gli amanti dell'Aor!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Buona questa nuova prova dei Morta Skuld
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Il nuovo lavoro di Winterblade dalle tinte Dark e Black.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Kalahari: Un buon mini concept tra mitologia e realtà
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un secondo album che sa il fatto suo quello dei russi Drops Of Heart
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sin Circus: metal moderno e voce femminile sono gli ingredienti di questo piacevole disco
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cobra Spell: un EP per scaldare i motori dell'heavy metal!
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla