A+ A A-
 

Gli Aura si rendono protagonisti con un disco prog raffinato e brillante Gli Aura si rendono protagonisti con un disco prog raffinato e brillante Hot

Gli Aura si rendono protagonisti con un disco prog raffinato e brillante

recensioni

gruppo
titolo
Noise
etichetta
Spider Rock Promotion
Anno

Line up:

Angelo Cerquaglia – bass

Giuseppe Bruno – guitars

Francesco Di Verniere – keyboards

Giovanni Trotta – vocals, drums

 

Tracklist:

1. No Hatred

2. From Dust To Life

3. Behind My Eyes

4. Under Black Skies

5. Over The Ground

6. Silence In A Word

7. Dream Of Memories

8. On The River Of Time

9. Falling

10. The Distant World

opinioni autore

 
Gli Aura si rendono protagonisti con un disco prog raffinato e brillante 2015-09-12 11:58:58 Virgilio
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Virgilio    12 Settembre, 2015
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli Aura giungono al loro terzo full-length, intitolato semplicemente “Noise”. Diciamo subito che si tratta probabilmente del lavoro più maturo e personale da parte della band: si possono infatti evincere influenze che derivano dal rock anni ’80-’90, dal prog metal (Dream Theater, Riverside), dal prog settantiano e dal neo prog (Yes, Kansas, Marillion, Saga), passando per il pomp e per certo art rock. Il risultato che ne viene fuori è davvero molto interessante, perché gli Aura propongono un rock raffinato, aperto a divagazioni prog e a spunti metal, con tanta melodia e spesso anche con un mood alquanto malinconico. Peraltro, va evidenziato come la loro musica riesca a essere diretta ed immediata, ma allo stesso tempo è in grado di affascinare ancor di più approfondendone l’ascolto. Particolari, poi, i pezzi più introspettivi, quali ad esempio “Silence in a word” e “Under black skies”, dove la band sembra fondere la melodia e le atmosfere dei REO Speedwagon, con il gusto e la sensibilità dei Porcupine Tree. Le parti vocali sono affidate al batterista Giovanni Trotta (seguendo una consolidata tradizione nel prog di batteristi/cantanti), che riesce ad essere assai versatile, tanto che, giusto per rendere l’idea, a tratti, ci ricorda singers diversi tra loro come Steven Wilson e Eddie Vedder. Ogni traccia che compone “Noise” riesce dunque ad esaltare sfaccettature diverse del sound e delle influenze degli Aura, attraverso il complesso insieme di suggestioni ed emozioni che la loro musica è in grado di suscitare: il risultato finale, è davvero brillante e non esitiamo pertanto ad annoverare “Noise” tra le migliori uscite in ambito prog dell’anno.

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Deviate Damaen: metallo intellettuale
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un ritorno eccezionale per i siciliani Acacia
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un nuovo masterpiece d'oscura malinconia da parte degli Officium Triste
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Crystal Eyes si confermano su livelli di eccellenza
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Magari i Running Wild fossero ispirati come gli Stormwarrior!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Lost In Oblivion: un debutto promettente
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ombra dei Cradle of Filth copre del tutto l'operato degli Astaroth Incarnate
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cassino all'insegna dell'hardcore con il debutto dei Lesnar Suplex
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il debutto dei nostrani Bloody Unicorn è poco convincente
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla