A+ A A-
 

Epis Theme: furia italiana Epis Theme: furia italiana Hot

Epis Theme: furia italiana

recensioni

titolo
Descending Patterns
etichetta
Self produced
Anno

Lineup:

Luca Correnti – vocals

Francesco “Seven” Coluzzi – guitars

Enrico Grillo – guitars

Riccardo Liberti – bass

Daniele Spagnuolo – drums

 

Tracklist:

01. Eyeland

02. Erase the frame

03. Silent screaming

04. Shades of may

05. Blindside

06. Endless apathy

07. Nemesis


Durata: 38’19 

opinioni autore

 
Epis Theme: furia italiana 2014-11-30 10:02:43 Raffaele Acampa
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Raffaele Acampa    30 Novembre, 2014
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni


Un mix di hardcore di stampo americano e progressive metal questo Descending Patterns degli italiani Epis Theme. First-act della band, tutto è ben congegnato: le linee aggressive e i frequenti cambi di tempo rendono il lavoro interessante e in linea con gli standard attuali, pur mantenendo una identità ben definita. Sicuramente un cd di non facile approccio visto il sound permeato da una vena oscura e malinconica: la voce è potente, graffia con cattiveria su una sezione ritmica che picchia duro, le incursioni soliste sono efficaci e ben integrate nel struttura, nulla è lasciato al caso. Richiami stilistici cari a band come gli Opeth completano l’opera, stemperando il carattere aggressivo del genere e regalando momenti di pathos che delineano ancor di più la padronanza compositiva dei cinque musicisti. Epis Theme, un’altra piacevole scoperta di questo 2014 che volge al termine.

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Balfor, violenza fine a se stessa.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sinfonico, intellligente ed accattivante, questa è la nuova fatica di Zgard!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ristampa per il primo album dei canadesi Auroch
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Stormhold dalla Svezia per un tuffo nel metallo più classico
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Un lavoro noioso quello dei finlandesi Devil Creations
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
PIU' OMBRE CHE LUCI PER I BLOODY TIMES!
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Female fronted melodic metal con i brasiliani Vienna
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla