A+ A A-
 

Defying: post metal dalla Polonia Defying: post metal dalla Polonia Hot

Defying: post metal dalla Polonia

recensioni

gruppo
titolo
Nexus Artificial
etichetta
Self produced
Anno

Lineup:

Piotr Stepinski – vocals, guitars

Rafal Warniello – guitars

Pawel Siemaszko – bass

Tomasz Semeniuk – drums, sampling

 

Tracklist:

01. Demiourgos

02. Newborn sun

03. Portraits

04. Prayers

05. Mismatch

06. Imitation

07. Ningma

08. Anaesthesia

09. Suppression

10. Ab originis


Durata: 50’00 

opinioni autore

 
Defying: post metal dalla Polonia 2014-11-29 08:50:31 Raffaele Acampa
voto 
 
2.5
Opinione inserita da Raffaele Acampa    29 Novembre, 2014
Ultimo aggiornamento: 29 Novembre, 2014
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Si definiscono post-progressive metal, ma è dura trovare assonanze con un qualsivoglia sottogenere progressive. In bilico tra doom e avantgarde, i polacchi Defying presentano il loro primo lavoro ufficiale intitolato Nexus Artificial: il genere in se stesso non prevede grandi dimostrazioni tecniche e stilistiche, ed è votato ad un uso intenso della sperimentazione, ma di sperimentale o innovativo non riesco a trovare nulla. A parte qualche sporadico episodio, la band dimostra una capacità compositiva poco articolata, senza particolari scelte armoniche o esecutive. Le tracce scorrono noiosamente e ci si chiede se tale risultato sia dovuto ad una scelta ben precisa o ai reali limiti dei musicisti. Non boccio questo lavoro perché, nella sua estrema semplicità, non disturba, ma nel mercato attuale ci vuole ben altro per potersi affermare.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Aor purissimo per un tuffo negli anni 70 con Billy Sherwood
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dopo quasi due decadi, con un breve EP tornano i padri del NY Hardcore: i Cro-Mags
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i baschi Hex un Doom/Death con poche accelerazioni ma dall'impatto decisamente buono
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dai tedesco-olandesi Burial Remains un buon disco per i fans della vecchia scuola svedese
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
i Diviner possono ancora migliorare
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

A distanza di tredici anni tornano i thrashers americani Motive
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Seconda fatica per i lussemburghesi Feradur: un signor melodic death!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Panthematic, un calderone di inflenze ma un lavoro immaturo.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Ragnhild propongono un insolito Viking Metal made in India
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debuttano feroci come bestie i canadesi Concrete Funeral
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Imago Imperii, una promettente band italiana
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla