A+ A A-
 

Mastercastle: potrebbe essere l'album della consacrazione! Mastercastle: potrebbe essere l'album della consacrazione! Hot

Mastercastle: potrebbe essere l'album della consacrazione!

recensioni

titolo
"Enfer [De La Bibliothèque Nationale]”
etichetta
Scarlet Records
Anno

 

TRACKLIST:

1. The Castle

2. Let Me Out

3. Naked

4. Pirates

5. Enfer

6. Straight To The Bones

7. Throne Of Time

8. Behind The Veil

9. Venice

10. Coming Bach

11. Cat-House (Digipack Bonus Track)

12. Alone (Digipack Bonus Track)

 

 

LINE-UP:

Giorgia Gueglio – Voce

Pier Gonella – Chitarra

Steve Vawamas – Basso

Francesco La Rosa - Batteria

opinioni autore

 
Mastercastle: potrebbe essere l'album della consacrazione! 2014-10-11 07:23:23 Ninni Cangiano
voto 
 
5.0
Opinione inserita da Ninni Cangiano    11 Ottobre, 2014
Ultimo aggiornamento: 12 Ottobre, 2014
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ci sono bands in Italia che sono una garanzia di qualità assoluta e non hanno nulla in meno dei tanto osannati nomi stranieri (ma forse anche qualcosa in più!); una di queste è sicuramente quella dei Mastercastle, creatura del chitarrista Pier Gonella (anche nei Necrodeath ed ex-Labyrinth) che sforna ormai da diversi anni dischi semplicemente strepitosi sotto ogni punto di vista. Anche questo nuovo “Enfer [De La Bibliothèque Nationale]”, quinto album del gruppo ligure, conferma il livello eccezionale raggiunto dalla loro musica, un elegante power metal, godibile ed orecchiabile, mai banale o scontato, ma sempre coinvolgente. Tecnicamente i tre musicisti (fanno parte della formazione anche lo storico bassista Steve Vawamas, nonché il nuovo batterista Francesco La Rosa) non si discutono e si sente in ogni pezzo dell’album, gli assoli di Pier Gonella poi sono sempre di gran gusto. A loro poi si aggiunge la singer Giorgia Gueglio che, di lavoro in lavoro, è continuamente migliorata e colora le varie canzoni con la sua ugola poliedrica, che sa essere calda e sensuale (come ad esempio in “Naked”), espressiva e/o aggressiva, a seconda delle necessità della singola composizione. Insomma un quartetto d’assi in formazione che compone un disco in cui non ho sentito anche un solo secondo qualitativamente non eccelso, non una sola nota fuori posto. A questo aggiungete anche l'ospite Andrea De Paoli dei Labyrinth alle tastiere nella maggior parte dei brani dell'album ed il quadro è completo! Non ho avuto purtroppo a disposizione le due bonus tracks dell’edizione in digipack, ma sarei stato curioso di ascoltarle. Non mi addentro nell’analisi delle varie canzoni per non tediare a lungo, ma devo ammettere che sono in enorme difficoltà per scegliere i brani che più mi hanno colpito, dato che praticamente toccherebbe elencarli tutti e dieci. La già citata “Naked” è molto affascinante, così come la ritmata opener “The castle”, o la title-track “Enfer” scelta per la realizzazione di un video, ma anche la sinfonica “Straight to the bones” o la veloce “Behind the veil”, fino all’elegantissima “Venice”... insomma qui davvero siamo di fronte ad un album eccezionale, uno dei migliori in assoluto del 2014 che farà parte sicuramente del mio personale podio. Cosa state ancora aspettando? “Enfer [De La Bibliothèque Nationale]” dei Mastercastle, dotato anche di una splendida copertina, non è solo un must per gli appassionati di power metal, ma anche per tutti coloro che ritengano di aver buon gusto per la musica.

Trovi utile questa opinione? 
41
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Dyrnwyn: Si torna a narrare Roma
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Secondo disco ma ancora parecchia strada da fare per i Prima Nocte
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
State of Salazar quattro anni dopo, un altro pieno centro
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Magic Dance un salto negli anni 80 con un Aor iper melodico
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano dopo dieci anni con un disco davvero ben fatto i Forest of Shadows
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Dawn Ahead, thrash ispirato agli USA, ma dalla Germania
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il primo disco solista di Kikis A. Apostolou, chitarrista degli Arrayan Path
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ace Mafia un ep niente male per i fans dell'hard rock dalle sonorità moderne
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Watershape, un prog metal dove spesso viene colpevolente poco curato l'aspetto melodico.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Nerobove scandagliano il malessere umano con un sound azzeccatissimo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla