A+ A A-
 

Buon debutto per i SupreMa Buon debutto per i SupreMa Hot

Buon debutto per i SupreMa

recensioni

gruppo
titolo
“Traumatic scenes”
etichetta
autoprodotto
Anno

 

TRACKLIST

1. Marks of Time

2. Dark Journey

3. Rising From the Ashes

4. Fury and Rage

5. Visions From the Other Side

6. Burning My Soul

7. Memories

8. Before the End

9. Nightmare

10. Iced Heart

11. Traumatic Scenes

 

 

FORMAZIONE

Douglas Jen – Guitars, Guitars (Acoustic), Keyboards

Pedro Nascimento – Vocals

Fabio Carito – Bass

Fernando Castanha – Drums

opinioni autore

 
Buon debutto per i SupreMa 2014-04-17 09:01:22 Ninni Cangiano
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Ninni Cangiano    17 Aprile, 2014
Ultimo aggiornamento: 17 Aprile, 2014
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

In giro per il mondo ci sono parecchie bands non famosissime, ma molto valide dedite al power/prog metal con voce maschile, senza andare a scomodare i grossi nomi, potrei ricordare gli australiani Voyager, così come gli scozzesi Sandstone o gli statunitensi Theocracy, in un certo senso anche gli austriaci Serenity, senza dimenticare in casa nostra bands come Overtures o Secret Sphere. Fra queste bands non sfigurerebbero anche i brasiliani SupreMa, autori nel 2013 di questo ottimo debut album intitolato “Traumatic scenes”, arrivato alla mia attenzione purtroppo solo di recente. Forse, contrariamente alle bands precedentemente citate, i SupreMa non possono annoverare nelle loro file un cantante eccezionale, dato che Pedro Nascimento è solo un buon singer, ma non ha le qualità, l’espressività né l’estensione vocale che hanno un Michele Luppi o un Michele Guaitoli, per non parlare del grande Danny Estrin. Il nostro Pedro non sarà un grandissimo, ma è comunque un cantante capace, tanto che furbamente incattivisce la propria prestazione andando, ogni tanto, a cacciarsi in un growling parecchio arrabbiato. A livello strumentale, come obbligatorio in questo genere di musica, i musicisti sono tutti parecchio capaci e ne danno dimostrazione continua in tutto il disco. “Traumatic scenes” è composto da 10 pezzi (più la solita inutile intro), che si lasciano ascoltare molto gradevolmente dal primo all’ultimo istante senza stancare e senza mai avere particolari cali qualitativi. Mi hanno colpito favorevolmente la ritmatissima “Dark journey” (l’attacco di chitarra è semplicemente spettacolare e ricorda alquanto gli Angra), la seguente ed altrettanto veloce “Rising from the ashes”, la solenne “Before the end” e la veloce “Nightmare” (ottima la prova del batterista!); la migliore e forse la più completa è però in chiusura: la title-track “Traumatic scenes” è un ottimo manifesto di come si suona power/prog di qualità. Trattandosi di un debut album, siamo già a livelli molto alti ed è indubbio che i SupreMa abbiano talento per farsi notare ed emergere; c’è solo da augurare loro che qualche label si accorga di loro e della loro ottima musica proponendogli un contratto.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Red Cain: un piccolo capolavoro canadese
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una pessima ristampa dai meandri della scena tedesca: "Mindwaves" degli Assorted Heap
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ristampa con bonus live per "Unholier than Thou" dei canadesi Infernäl Mäjesty
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il ritorno dei Secret Sphere, molte luci e alcune ombre
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"Gods of the Abyss": demo pre-"Afterburner" dei Sinister
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un ottimo antipasto in attesa del nuovo album dei Seven Thorns
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

demo

Debutto per gli italo-americani Antipathic
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il primo EP dei romani Asphaltator promette bene
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dante's Theory: una piacevole scoperta dalla lontana Asia
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hypocras: Un ep con in mente gli Eluveite e...la musica dance
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Dimonra e la poliedricità
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Chasing The Serpent devono scegliere una strada precisa
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla