A+ A A-
 

DAL MESSICO IL LIVE DEI DARK LUNACY DAL MESSICO IL LIVE DEI DARK LUNACY Hot

DAL MESSICO IL LIVE DEI DARK LUNACY

recensioni

titolo
"Live In Mexico City"
etichetta
Fuel Records
Anno

Line Up:

 

Mike Lunacy: voce
Daniele Galassi: chitarra
Andy Marchini: basso
Claudio Cinquegrana: chitarra
Alessandro Vagnoni: batteria

 

Tracklist:

 

1 Aurora

2 Forgotten

3 Trough The Non Time

4 Pulkovo Meridian

5 Motherland

6 Curtains

7 Heart Of Leningrad

8 Varen'ka

9 Cold Embrace

10 Stalingrad

11 Fall

12 Dolls

opinioni autore

 
DAL MESSICO IL LIVE DEI DARK LUNACY 2013-12-26 10:36:44 Michele Alluigi
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Michele Alluigi    26 Dicembre, 2013
Ultimo aggiornamento: 26 Dicembre, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Direttamente dall'altra parte del mondo ci giunge questo nuovo live dei nostrani Dark Lunacy, registrato a Città del Messico lo scorso 3 marzo 2012 all'Eyescream Metal Fest. Già dall'introduzione si capisce subito quanto i nostri siano apprezzati all'estero: sulle note sinuose ed atmosferiche del preludio si sente un pubblico sempre più carico ed invocante alla band. Il concerto si apre con “Aurora”, un pezzo che parte subito in quarta con un riffing tagliente e dinamico, con la voce di Mike che ricorda i cantanti della vecchia scuola svedese; i suoni si rivelano fin da subito molto curati e ben calibrati, in modo tale da far rendere al meglio la band sul palco e la coralità delle sequenze utilizzate dal gruppo conferisce all'esibizione un'aura di teatralità che rende lo svolgersi dell'esibizione molto coinvolgente ed entusiasmante. Per quanto riguarda la qualità delle immagini anch'essa è molto curata e consente di goderci questo live con colori molto limpidi e nitidi, contornati dai disegni luci del Circo Volador che prediligono toni molto caldi, senza però essere eccessivamente invadenti. Il tiro dell'esibizione si mantiene alto con la seguente “Forgotten”, che si caratterizza subito per l'ottima esecuzione del fraseggio in sincro da parte di Daniele Galassi e Claudio Cinquegrana, ottimo anche il medley di basso suonato da Andy Marchini (noto anche per la sua militanza nei Sadist). Su ogni brano i Dark Lunacy si mostrano compatti ed esperti nello stare su un palco, regalandoci un perfetto connubio fra presenza scenica ed esecuzione tecnica con un Mike decisamente a proprio agio nel tenere in mano un pubblico sempre più coinvolto; si alternano infatti fasi di headbanging e cori sfrenati ad una contemplazione quasi estatica durante la quale abbondano le fotocamere al lavoro e tale affetto ovviamente viene ricambiato dalla band che ringrazia i presenti per il supporto. Ottima anche la scelta della scaletta per l'esibizione, che comprende il meglio dei Dark Lunacy e come di consueto lascia i brani più noti come “Heart Of Leningrad”, “Cold Embrace” e “Stalingrad” nella seconda metà della set list, che si conclude con la celebre “Dolls”.
In conclusione un live davvero godibile e ben proposto da una band fra le più note del nostro panorama, se in Italia siamo purtroppo costretti a subire il motto “nemo profeta in patria”, possiamo almeno rallegrarci del seguito che i gruppi italiani hanno all'estero.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Gli Anguish Force non brillano di forza creativa.
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ancora una volta i greci Mass Infection offrono una prestazione mostruosa
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debuttano con un EP dal sound vintage gli indiani Aempyrean
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
White Widdow al quinto tentativo col disco della svolta.
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sanguine Glacialis: ma il filo conduttore dov'è?
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Midnite City, la solita dose di hard rock iper melodico
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

I Nerobove scandagliano il malessere umano con un sound azzeccatissimo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ego porta con sé una forza rigenerante, questi sono gli E.G.O.C.I.D.E.
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli indiani Godless con un buon EP, ma che passa forse troppo rapido e indolore
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Prophets Of The Apocalypse: Ep che non convince
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Inner Decay ed il loro granitico Death Metal per un buon debutto
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla