A+ A A-
 

Wisdom: Una bomba il loro nuovo disco Wisdom: Una bomba il loro nuovo disco Hot

Wisdom: Una bomba il loro nuovo disco

recensioni

gruppo
titolo
“Marching for liberty”
etichetta
NoiseArt Records
Anno

 

TRACKLIST:

1. World of the free

2. Dust of the sun

3. War of angels

4. Failure of nature

5. The martyr

6. God rest your soul

7. Take me to Neverland

8. Wake up my life

9. My fairytale

10. Have no fear

11. Live like a beast

12. Marching for liberty

 

 

LINE UP:

Gábor Nagy - Vocals

Gábor Kovács – Guitars

Máté Bodor - Guitars

Máté Molnár - Bass

Balázs Ágota - Drums

 

opinioni autore

 
Wisdom: Una bomba il loro nuovo disco 2013-09-27 13:53:54 Ninni Cangiano
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Ninni Cangiano    27 Settembre, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Pur avendone sentito parlare tempo addietro, mea culpa non avevo mai approfondito la mia conoscenza degli ungheresi Wisdom, ignoro così come fossero i due EP e gli altrettanti full-lenght che hanno preceduto nel corso di un decennio di carriera il nuovo album della band, intitolato “Marching for liberty”, impreziosito dalla presenza del nostro Fabio Lione sulla maestosa title-track conclusiva, in veste di ospite. Per tutti gli appassionati di power metal, il nome dei Wisdom è di quelli da segnare con l’evidenziatore, dato che la musica che ho potuto ascoltare in questi 11 brani (+ consueta immancabile intro) è davvero ben fatta, estremamente orecchiabile e coinvolgente a dovere. Assodato che nel power, così come in tanti altri generi musicali, è estremamente difficile riuscire ad essere originali, vista la massa di uscite discografiche nel settore che ci sono state da circa 25 anni e più, passiamo a parlare di cosa questi cinque ungheresi sono capaci di realizzare. Partiamo dal singer Gábor Nagy, dotato di una buona ugola pulita (come regola power impone), sa essere espressivo e capace di dare calore e colore ai brani quando serve; riesce nell’arduo compito di non sfigurare accanto ad un mostro sacro quale Fabio Lione nella predetta title-track, una suite posta a suggellare in maniera incantevole un grande disco. Passiamo alla coppia di chitarristi, Gábor Kovács e Máté Bodor, che sono autori di una serie notevole di assoli, sempre con ottimo gusto ed anche con una considerevole tecnica individuale. Il ruolo del bassista Máté Molnár e del batterista Balázs Ágota è forse un po’ troppo di supporto al resto della band, nel senso che mi sarebbe piaciuto sentirli maggiormente protagonisti nell’economia del sound dei Wisdom, magari cercando di essere un po’ più fantasiosi nelle loro parti (specie il drummer), ma qui parliamo di gusti personali e comunque il risultato finale è obiettivamente di tutto rispetto. Come detto i pezzi di “Marching for liberty” sono 11; sin dall’opener “Dust of the sun”, i Wisdom mettono in chiaro cosa aspettarci da questo lavoro: un power molto frizzante, ricco di cori epici e di energia, così come maestri del genere (Stratovarius su tutti) hanno saputo insegnare in Scandinavia e nel Nord Europa in genere. Proseguendo negli ascolti, ho avuto modo di apprezzare, oltre ai già citati due pezzi, anche le trascinanti “The martyr”, “God rest your soul” e “Live like a beast”, nonché l’acustica e struggente “Wake up my life”. E’ comunque tutto il disco ad impressionare in maniera favorevole, complice anche il fatto che la band conosce molto bene la ricetta vincente di un album power: partiture non troppo elaborate ma orecchiabili, brani non eccessivamente lunghi né troppo lenti o pesanti, una sola suite epica e maestosa, un po’ di misticismo e fantasy che non guastano mai ed, infine, energia in quantità. “Marching for liberty” degli ungheresi Wisdom è un disco gradevole, un ottimo esempio di come si possa suonare power metal di qualità nel 2013, un appuntamento imperdibile per tutti i fans dello specifico genere di musica metal! Per quanto mi riguarda, adesso mi metterò alla ricerca dei lavori precedenti per scoprire quanto di positivo questa band ha saputo comporre in passato.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Arion, ottimo power metal dalla Finlandia
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ma non è che gli Internal Bleeding hanno ormai fatto il loro tempo?
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ultha, prossimi alla totale perfezione!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
THAW, dalle stelle alle stalle.
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cosmic Church, un viaggio unico nel suo genere!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Rock raffinato e splendide melodie in questo nuovo disco dei Cage
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Non proprio esaltante il debut degli Alchemy Chamber
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Entierro - siete pronti per la sepoltura?
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il primo lavoro dei Cernunnos è ancora acerbo
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Molto interessante il debut dei Beriedir
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla