A+ A A-
 

Ottimo Thrash dai Hell's Domain! Ottimo Thrash dai Hell's Domain! Hot

Ottimo Thrash dai Hell's Domain!

recensioni

titolo
Hell's Domain
etichetta
Punishment 18 Records
Anno

 

Track-List.

1. 100 Days in Hell   

2. The Needle and the Vein  

3. In the Trenches…  

4. Order #227            

5. The Walls Come Tumblin' Down  

6. Crawling in the Shadows  

7. Dead Civilization  

8. Hangman's Fracture          

9. As Good as Dead

10. A Good Day to Die

11. Sneaking Disease (Crionic cover) (bonus track)

 

Line-Up:

Lars Knudsen: Basso

Anders Gyldenøhr: Batteria

Andreas Schubert: Chitarra

Hellpig: Chitarra

Alex H. Clausen: Voce

opinioni autore

 
Ottimo Thrash dai Hell's Domain! 2013-09-23 19:47:49 mario
voto 
 
4.0
Opinione inserita da mario    23 Settembre, 2013
Ultimo aggiornamento: 24 Settembre, 2013
  -   Guarda tutte le mie opinioni

I Thrashers danesi Hell’s Domain si son formati nel 2007 e nel 2011 sfornano un demo intitolato “Demo 2011”. Due anni più tardi, in questo mese di settembre, arriva il loro debutto, intitolato con il nome della band. Formati dai due bravi chitarristi Andreas Schubert e Hellpig, dal buon batterista Anders Gyldenøhr, dal buon bassista Lars Knudsen e dall’ottimo cantante Alex H. Clausen, saranno riusciti nell’impresa di un buon disco con la loro prima fatica? Ebbene sì, un thrash violento e veloce, nulla di originale ma mai prevedibile e noioso. Undici pezzi (compresa una cover) fatti come si deve, potenti, veloci, e che mai superano in durata i cinque minuti.
L’album parte subito con pezzi come “100 Days in Hell” e “The Needle and The Vein”, che ti fanno subito capire di essere di fronte a un ottimo lavoro. Le influenze sono i classici gruppi thrash metal old-school, quali Metallica, Megadeth, Anthrax, Testament, Exodus ecc. ecc.
Tra le canzoni più belle e interessanti, di sicuro ci sono la gia citata “100 Days in Hell”, la potentissima “Dead Civilization”, e la meravigliosa “Hangman’s Fracture”. Punti deboli non ce ne sono.... nemmeno una canzone... sono tutte ottime!
Ovviamente, questo non è un capolavoro, ma finirà sicuramente tra i migliori dischi thrash del 2013, assieme ai dischi di Onslaught, Pessimist e Conquest; consumate, quindi, di ascolti questo imperdibile debutto thrash Metal!

Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Un ennesimo lavoro di Rogga Johansson, stavolta con il solo project Megascavenger
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dall'Ucraina una band per fans di Neurosis ed Isis: i Nug, con il loro ottimo debut album
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ancora un po' acerbo ma comunque godibile il debutto dei canadesi Atræ Bilis
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Soddisfacente questa seconda release dei polacchi Kalt Vindur
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Finalmente i tedeschi Stillbirth tirano fuori quello che è il loro miglior album
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i greci Obsecration un ritorno guastato da una produzione non all'altezza
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Darkness perchè quella cover?
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Vlterior: quando violenza e tecnica vanno a braccetto.
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Non poco interessante l'EP dei Dystopia A.D.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una nuova sfilza di ospiti ed un altro buonissimo album: tornano i Buried Realm
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Damnation Angels: ritorno in gran stile!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla