A+ A A-
 

Empyrios: connubio perfetto tra metal ed elettronica Empyrios: connubio perfetto tra metal ed elettronica Hot

Empyrios: connubio perfetto tra metal ed elettronica

recensioni

gruppo
titolo
Zion
etichetta
Scarlet Records
Anno

Lineup:

Silvio Mancini – vocals

Simone Mularoni – guitars

Simone Bertozzi – bass /b.vocals

Dario Ciccioni – drums

 

Tracklist:

01. Nescience

02. Domino

03. Masters

04. Reverie

05. Unplugged

06. Renovation

07. Wormhole

08. Square one

09. Zion

10. Blackmail

11. Madman

 

 

Durata: 78’05 

opinioni autore

 
Empyrios: connubio perfetto tra metal ed elettronica 2013-09-15 16:31:32 Raffaele Acampa
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Raffaele Acampa    15 Settembre, 2013
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni


Un bel cd di prog metal moderno quello degli Empyrios, con un sound che ricalca schemi ben precisi ma con un approccio compositivo che mette in evidenza la personalità di questi musicisti.
Zion è un cd potente, sia dal lato strumentale che vocale, farcito di inserti elettronici e linee melodiche. La sezione ritmica picchia duro ma dimostra una certa varietà compositiva che delinea il marchio di fabbrica della band: insieme alla prestazione vocale e agli ottimi solos di chitarra, gli Empyrios dimostrano di essere musicisti a 360 gradi, il che li fa una delle nuove realtà capaci di portare il metal italiano a livelli internazionali. Il cd scorre in maniera lineare, mostrando una certa coerenza compositiva che però può diventare un arma a doppio taglio: Zion è sicuramente un cd impegnativo da ascoltare, con una ripetitività armonica può stancare l’ascoltatore. Questo non lo considererei un difetto, ma piuttosto un pregio, una caratteristica intrinseca che permette alla band di mantenere intatta la propria personalità senza però cadere nell’autoplagio. Secondo atto per la band, centro riuscito, un cd che sicuramente consiglio di comprare.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Wake the Nations: melodic hard rock moderno con poca personalità
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Self Disgrace: una buona attitudine, ma qualcosa ancora da limare per il futuro
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Classic hard rock capace di graffiare quello proposto dai Come Taste The Band
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hard rock sinfonico ed epico dall'Italia con i Vision Quest
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lost In Grey - symphonic metal con voce femminile e tanti elementi diversi
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

C'è qualcosa da migliorare nel disco dei Fenrir
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Thørn, blackened sludge in stile danese dal nord Italia!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i francesi Geostygma un debut EP di tutto rispetto
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Big Bad Wolf e l'amore per i Motörhead
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Forlorn Seas esordiscono con un buon disco tra post prog e inserti atmosferici
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Punk Rock fin troppo scontato per i Daggerplay
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla